Attualità,  NEWS

Afghanistan i talebani prendono Kabul: Rinasce l’Emirato Islamico

La caduta di Kabul: I talebani prendono di nuovo il potere dell’Afghanistan

L’Afghanistan è di nuovo in mano ai talebani che prendono il potere a Kabul ed annunciano la rinascita dell’Emirato Islamico. L’avanzata degli insorti è stata inarrestabile, il paese e l’Occidente costretti alla resa.

Kabul in mano ai talebani, rinasce l’Emirato Islamico dopo 20 anni

Torna a sventolare la bandiera bianca dei Talebani a Kabul sul pennone del palazzo presidenziale, a distanza di vent’anni esatti.  Un simbolo, un’immagine potente che non lascia dubbia. L’iscrizione della shadada testimonia che non c’è altra divinità al di fuori di Allah e che Maometto è il suo messaggero, sancisce definitivamente la rinascita dell’Emirato Islamico. I talebani rifiutano qualsiasi governo di transizione, ma ordinano ai militari di non compiere violenze sui civili e promettono la “serenità”. Il presidente Ashraf Ghani si dà alla fuga, decretando la resa della capitale, Giustifica il suo gesto con una dichiarazione pubblica su Facebook dicendo che lo ha compituo per evitare “un bagno di sangue”. Dopo aver lasciato il paese, ha affermato che se fosse rimasto innumerevoli civili sarebbero stati martirizzati e Kabul sarebbe stata rasa al suolo.

talebani kabul afghanistan

L’Aeroporto di Kabul  preso in assalto dai civili in fuga e i piani di evacuazione

Una giornata profondamente tragica dettata da un terrificante caos. Le strade della città assediate dalla violenza e bloccate dalla popolazione in fuga a piedi o in auto. Segnalato inizialmente “sotto tiro” l’aeroporto, assaltato ed occupato dai civili e diplomatici sfollati, dove continuano a riproporsi scene indescrivibili e strazianti. I militari statunitensi, che hanno assicurato di mantenere la rappresentazione diplomatica, si sono ritrovati costretti a sparare in aria per disperdere tutte le persone disperate che si sono ammassate nelle piste ed hanno tentato di salire disordinatamente sugli aerei (qui il video). Tre sembrano le vittime di questo atroce tumulto.

talebani kabul afghanistan

Dopo le 23 di ieri  il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha annunciato che l’Italia ha fatto partire il piano di evacuazione di diplomatici e cittadini. Inoltre, ha annunciato un ponte aereo per l’evacuazione di tutti i collaboratori afghani dei ministeri di Difesa ed Esteri. La NATO ha sottolineato che la soluzione politica in Afghanistan è “più urgente che mai“. Gli USA, travolti dalle polemiche e accusati di aver scatenato l’escalation talebana, però continuano a difendere la loro politica di ritiro delle truppe. Le uniche ambasciate a non ritirarsi sono quelle di Russia e Cina.

Afghanistan, Kabul in mano ai talebani:  la resa dell’Occidente

La conquista di Kabul da parte dei talebani è avvenuta molto rapidamente, ma per molti analisti non è stata una sorpresa. Il momento cruciale è stato  l’accordo dello scorso anno raggiunto dall’amministrazione statunitense di Donald Trump con i talebani. Questo, tra le altre cose prevedeva il ritiro completo dei soldati americani dall’Afghanistan, ovvero il ritiro militare dalla guerra più lunga mai combattuta dagli Stati Uniti (20 anni). L’attuale amministrazione Joe Biden aveva poi rimandato di qualche mese il ritiro completo, fissandolo all’11 settembre del 2021, evento che  scatenò l’intervento massivo delle forze statunitensi e la successiva deposizione del regime islamico talabeno creatosi nel 1996.

Leggi anche:

Gino Strada, l’addio di amici e conoscenti: cordoglio e commenti

Green Pass e controlli nei ristoranti: I titolari non chiederanno i documenti”

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *