zona bianca 21 giugno
Attualità,  NEWS

21 giugno: tutta Italia in zona bianca. Resta gialla la Valle d’Aosta

Zona bianca: da oggi lunedì 21 giugno tutta l’Italia si tinge di bianco, tranne la Valle d’Aosta

Oggi lunedì 21 giugno passeranno in zona bianca altre 6 Regioni, andando così a rendere l’Italia interamente bianca, ad eccezione della Valle d’Aosta, che dovrà attendere fino a lunedì 28 giugno. Le Regioni in questione sono Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Sicilia, Toscana e Provincia autonoma di Bolzano. Queste Regioni rientrano nella quarta turnata del cambio colore. La suddivisione si è strutturata così:

  • – 1 giugno (3 Regioni): Friuli-Venezia Giulia, Molise e Sardegna
  • – 7 giugno (4 Regioni): Abruzzo, Liguria, Veneto e Umbria
  • – 14 giugno (5 Regioni + 1 Provincia autonoma): Lombardia, Lazio, Piemonte, Emilia- Romagna, Puglia e Provincia autonoma di Trento
  • – 21 giugno (6 Regioni + 1 Provincia autonoma): Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Sicilia, Toscana e Provincia autonoma di Bolzano.
  • – 28 giugno (1 Regione): Valle d’Aosta

Le regioni in zona bianca, questa settimana, sono sotto i 50 casi e sono tutte classificate a rischio basso, tranne tre: Basilicata, Friuli-Venezia Giulia e Molise, che hanno rischio moderato.

zona bianca 21 giugno

Passaggio in Zona Bianca 21 giugno: cosa cambia?

A prescindere dal colore bianco che ormai riguarda tutte le Regioni, ad eccezione, per poco, della Valle d’Aosta, restano in vigore per tutti, senza distinzione, le norme riguardanti l’obbligo di distanziamento, l’utilizzo delle mascherine, l’igienizzazione delle mani e il divieto di creare qualunque forma di assembramento all’aperto e al chiuso.

  1. Il primo cambiamento che il passaggio in Zona Bianca comporta è la scomparsa definitiva del coprifuoco. In Zona Gialla il coprifuoco era fissato alle ore 24.
  2. Il secondo cambiamento, che distingue dalla Zona Gialla, è costituito dalla possibilità di organizzare feste private a seguito di cerimonie quali battesimi, comunioni, cresime, matrimoni, feste di anniversario e laurea. Per farlo però sarà necessario essere in possesso di un green pass“, attualmente richiesto dai decreti in corso di validità.

Green pass/ certificazione verde Zona Bianca

Questo “Green pass” può essere rappresentato da tre diversi documenti:

  1. Certificato di avvenuta vaccinazione, con completamento di tutte le dosi previste (la cui validità è di 9 mesi a partire dalla data dell’ultima dose) oppure dal 15esimo giorno dopo la somministrazione della prima dose e fino alla seconda
  2. Certificazione di avvenuta guarigione (la cui validità è di 6 mesi)
  3. Certificato di avvenuto tampone con esito negativo, eseguito non più di 48 ore prima dell’evento

Ristoranti

A differenza della Zona Gialla in cui era in vigore il limite di quattro persone, indistintamente al chiuso e all’aperto (questo riguarda ormai solo la Valle d’Aosta), in Zona Bianca non ci sono più limiti al numero di persone che consumano all’aperto, ma resta il distanziamento di almeno un metro tra i tavoli. Al chiuso invece possono sedere allo stesso tavolo al massimo sei persone, con la sola eccezione dei conviventi, come stabilito da un’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza. In assenza del coprifuoco, per bar e ristoranti non ci sono più limiti orari. Sono permesse senza limiti orari anche la vendita di cibi e bevande da asporto e con consegna a domicilio.

Discoteche

Per il momento le Discoteche mantengono in vigore in Dpcm del 2 marzo, secondo cui:

“Restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto e al chiuso”.

Queste potranno quindi essere aperte ma limitatamente all’attività di ristorazione e distribuzione di cibo e bevande. Ballare resta ancora vietato. La ragione è prevenire situazioni di assembramento tipiche dei luoghi in cui si balla ed un conseguente contagio.

 

Leggi anche:
Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione:  info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *