Rachele Bianchi
Arte,  Asta

Un’opera di Rachele Bianchi all’asta per le donne afghane

La scultura in bronzo “Personaggio” di Rachele Bianchi andrà all’asta per sostenere le donne afghane

“Personaggio”, un bronzo di 61 centimetri, di Rachele Bianchi andrà all’asta su Charitystars insieme ad alcune fotografie di donne afghane realizzate da Isabella Balena. Il ricavato della vendita andrà al Cisda Onlus (Coordinamento Italiano Sostegno Donne Afghane). Inoltre lo spazio ARB (Archivio Rachele Bianchi) ospiterà la mostra fotografica di Isabella Balena dal 24 al 26 settembre 2021. L’asta per vendere la scultura sarà invece attiva dal 23 settembre al 14 ottobre 2021. L’associazione Archivio Rachele Bianchi è nata nel 2019 non solo con l’intenzione di conservare l’opera dell’artista, ma anche per promuovere il ruolo sociale e culturale delle donne nel mondo.

Rachele Bianchi era un’artista milanese e ha lasciato circa 1600 opere (sculture, disegni, acquerelli, tempere, bassorilievi), la maggior parte delle quali hanno le donne come soggetto principale, basti pensare ai suoi disegni a matita dove rappresenta le sinuosità della donna. Realizzò opere in terracotta e gesso, ma senza avvalersi dell’uso del tornio, spesso trattano temi religiosi o legati alla maternità o all’infanzia. Gli uomini non compaiono quasi mai nelle sue opere. Le sue donne sono spesso riprodotte in piedi, vestite di mantelli dalle stampe geometriche, ricordano quasi degli scudi. Rachele Bianchi evoca l’estetica primitiva. Gli ultimi anni della sua produzione artistica sono caratterizzati da un ritorno alla pittura e al disegno. Inserisce però un elemento rappresentativo: la rete.

L’opera

Rachele Bianchi

Andrà all’asta “Personaggio”, un modello in bronzo di 61 centimetri realizzato nel 1999 da Rachele Bianchi. Questo modello venne poi utilizzato nel 2014 per realizzare l’opera in versione monumentale collocata in via Vittor Pisani a Milano. È la prima opera dedicata alle Donne nel capoluogo lombardo. Sul retro del monumento è possibile leggere la firma estesa di Rachele Bianchi e anche l’anno di realizzazione. Rappresenta una donna in piedi che indossa una tunica con motivi geometrici lunga fino ai piedi. Le sue braccia e i suoi piedi sono scoperti, il suo seno appare invece coperto da un velo.

Leggi anche:

Afghanistan, Draghi dal G20: “Obbligo morale verso i profughi”

Statua di una donna col burqa crocifissa: l’opera installata in piazza Castello a Milano

“Non toccare i miei vestiti”, la protesta visual delle donne afghane

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione:  info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *