UN GRANDISSIMO VAN GOGH IN MOSTRA A PADOVA

UN GRANDISSIMO VAN GOGH IN MOSTRA A PADOVA

Stiamo parlando di quello che si annuncia come uno degli eventi culturali dell’anno. In autunno potremo ammirare un grandissimo Van Gogh in mostra a Padova.

“I colori della vita”, a cura di Marco Goldin, ci propone un grandissimo Van Gogh in mostra a Padova. L’esposizione raccoglierà 125 opere, tra cui 80 di Vincent Van Gogh, e ripercorrerà la carriera del grande pittore fiammingo attraverso i luoghi e le città della sua vita, dal Belgio all’Olanda, fino alla Francia.

Vincent van Gogh, Il seminatore, 1888. Otterlo, Kröller-Müller Museum
Vincent van Gogh, Il seminatore, 1888. Otterlo, Kröller-Müller Museum

Vincent Van Gogh

Geniale, folle, visionario. Vincent van Gogh può essere considerato il pioniere dell’arte contemporanea, padre dell’Espressionismo ed emblema dell’artista tormentato. Se la sua vita fosse stata un romanzo, sarebbe stato uno di quei romanzi inverosimili, esagerati, troppo carichi di colpi di scena per sembrare veri.

La malattia, l’affetto di suo fratello Theo, l’amicizia burrascosa con Gauguin, la vocazione religiosa, i viaggi solitari nel cuore dell’Europa, l’autolesionismo, l’assenzio ma soprattutto le sue opere, intrise di una forza che erompe dalla tela, sono le caratteristiche che hanno permeato tutta la sua vita.

Vincent van Gogh, Il buon Samaritano (da Delacroix), 1890. Otterlo, Kröller-Müller Museum
Vincent van Gogh, Il buon Samaritano (da Delacroix), 1890. Otterlo, Kröller-Müller Museum

 

Impressionismo o espressionismo?

Alcuni avvicinano lo stile di van Gogh all’impressionismo ma a differenza degli impressionisti puri, van Gogh nelle sue opere non descrive la realtà dal suo particolare punto di vista, ma compie l’operazione inversa. È la realtà che diventa una creazione e una rappresentazione dell’io interiore dell’artista. Per questo è considerato un pioniere dell’espressionismo.

Vincent van Gogh, Paesaggio con covoni e luna nascente, 1889. Otterlo, Kröller-Müller Museum
Vincent van Gogh, Paesaggio con covoni e luna nascente, 1889. Otterlo, Kröller-Müller Museum

 

“I colori della vita”

La mostra ha l’ambizione di inserire Van Gogh nel flusso del suo tempo, in relazione con altri artisti che per lui hanno contato, come Seurat, Pissarro, Gauguin, Delacroix, Courbet, Millet, i giapponesi Hirishige e Kanisada e altri.

“Van Gogh. I colori della vita” è «un’esposizione che non si ferma a una visione esclusivamente monografica, ma presenta l’opera del grande artista olandese con tanti approfondimenti non così usuali da vedersi, e in questo modo colloca quell’opera meravigliosa entro non abituali confini – spiega Goldin -.  Dai due anni nelle miniere del Borinage in Belgio al tempo nel Brabante olandese, fino agli anni francesi, che la mostra indaga in modo approfondito. Con alcune presenze certamente poco attese in un progetto rivolto anche al grande pubblico. Per sancire ancora una volta come sia possibile tenere insieme studio, approfondimento ed emozione».

Dove e quando

Al Centro Altinate San Gaetano di Padova dal 10 ottobre 2020 all’11 aprile 2021.

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Bruna Meloni
Articoli dell'Autore / Bruna Meloni

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>