,

UN FILTRO INSTAGRAM PER NATALIA GONCHAROVA

UN FILTRO INSTAGRAM PER NATALIA GONCHAROVA

Dopo la censura di Instagram, Palazzo Strozzi dedica un filtro alla Goncharova, artista dell’avanguardia russa dei primi del Novecento.

In occasione della Mostra Natalia Goncharova tra Gauguin, Matisse e Picassodal 27 settembre al 12 gennaio 2020 a Firenze – Palazzo Strozzi lancia il proprio filtro Instagram per far conoscere l’artista visionaria.

L’arte rimane al passo con i tempi. Linguaggi tecnologici permettono alla cultura di raggiungere più facilmente il pubblico, abbreviando le distanze tra cultura e utenti.

#IamNatalia è l’hashtag del filtro in realtà aumentata che permette di visualizzare i selfie e le foto degli utenti, adornati con elementi virtuali dai dettagli estetici sorprendenti. Il filtro per Natalia Goncharova può essere applicato, come tutti gli altri, in diretta Instagram o sulle stories.

Arte: un filtro instagram per Natalia Goncharova
Il filtro #IamNatalia by Palazzo Strozzi

Quello proposto da Palazzo Strozzi richiama i disegni di una performance della Goncharova, risalente al 1913. Immaginiamo le più eleganti strade di Mosca e l’artista russa che vi passeggiava determinata, con il volto e il corpo disegnati e dipinti. Quelle immagini e quelle parole oscene sulla figura della pittrice erano atti artistici volutamente provocatori, in palese contestazione ai benpensanti.

Un modo per scandalizzare, turbare, sconvolgere la vita borghese della Russia dell’epoca. Una body artist ante litteram, una futurista perfettamente inserita nel suo tempo.

Non ho paura della volgarità della vita, che trasformo in forme artistiche.

Natalia Goncharova

Oggi come allora

Ma la Goncharova è sempre stata vittima di contestazioni e censure. Nella Russia delle Avanguardie, i suoi dipinti ispirati alla Venere Paleolitica furono tacciati di pornografia e scandalizzarono le rappresentazioni non canoniche dei quattro evangelisti.

Esattamente 109 anni dopo, Instagram cancella un video che Palazzo Strozzi ha pubblicato sul suo profilo, con scopo promozionale, in vista della retrospettiva sulla performer avant garde.

Il blocco dei contenuti sulla piattaforma social sopraggiunge perentorio perché “presenta immagini raffiguranti nudità e porzioni di pelle eccessive”, in riferimento all’opera “Modella (su sfondo blu)”.

Pochi giorni dopo però, per fortuna, il Signor Instagram si accorge di aver posto censura su un’opera d’arte, un capolavoro futurista. E autorizza finalmente la pubblicazione del video.

Per Natalia Goncharova quindi le critiche alla sua arte sono cosa nota. E si potrebbe anche pensare che la sua espressione artistica avesse di fondo la volontà di scandalizzare.

Arte: un filtro instagram per Natalia Goncharova
Natalia Goncharova all’età di 31 anni

Il suo ruolo trainante nell’avanguardia russa, la sua attività controcorrente, le sue manifestazioni dirompenti hanno precorso i tempi. Ispirata dal primitivismo di Gauguin, dal dinamismo di Boccioni e dall’energia cubista di Picasso, la Goncharova ha preso a braccetto nobiltà e bohémien e li ha fatti camminare insieme. Con i volti dipinti di ocra e blu cobalto.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Susanna Ferrari
Articoli dell'Autore / Susanna Ferrari

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>