STRAORDINARIA WUNDERKAMMER ALLA FONDAZIONE PRADA

STRAORDINARIA WUNDERKAMMER ALLA FONDAZIONE PRADA

In una fantastica wunderkammer alla Fondazione Prada le meraviglie di secoli di storia e di storia dell’arte accostate in base alle idee e al gusto del regista Wes Anderson e della moglie, l’illustratrice Juman Malouf.

La mostra ‘Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori’ – che si può visitare dal 20 settembre al 13 gennaio – è una versione più estesa rispetto a quella allestita lo scorso anno al Kunsthistorisches Museum di Vienna che ne mantiene però lo spirito. Quello cioè di ricreare una sorta di camera delle meraviglie dei collezionisti di un tempo. Una mostra che vi consente di entrare in una estremamente raffinata wunderkammer: alla Fondazione Prada di Milano.

STRAORDINARIA-WUNDERKAMMER-ALLA-FONDAZIONE-PRADAIl-sarcofago-di-Spitzmaus-e-altri-tesori10-3.jpg
Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori

La Fondazione Prada

Ex distilleria situata in un complesso industriale di Milano risalente ai primi anni del Novecento, la Fondazione Prada comprende sette edifici preesistenti (magazzini, laboratori e silos) e tre nuove strutture (Podium, Cinema e Torre).

La Fondazione ha scelto l’arte come principale strumento di lavoro e di apprendimento. Un territorio di pensiero libero che accoglie approcci emergenti accanto a figure consolidate e imprescindibili.

“La base delle attività della Fondazione nasce quindi dalla convinzione che la cultura, oltre ad essere coinvolgente ed attrattiva, sia profondamente utile e necessaria. Deve inoltre arricchire la nostra vita quotidiana e aiutarci a capire i veloci cambiamenti che avvengono in noi e nel mondo”.

Mame arte STRAORDINARIA WUNDERKAMMER ALLA FONDAZIONE PRADA'Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori11
‘Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori’

‘Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori’

Il titolo dell’esposizione prende il nome dal sarcofago egizio di uno Spitzmaus; una piccola urna di legno egiziana del IV secolo che contiene un venerato toporagno. Ma la mostra presenta una vasta serie di oggetti che arrivano dalle collezioni del Kunsthistorisches Museum e del Naturhistorisches Museum di Vienna divisi per gruppi tematici. Gli oggetti verdi, i ritratti di bambini, gli strumenti per misurare il tempo e cosi via. Un modo nuovo e inusuale di accostare gli oggetti per mostrare nuove connessioni.

Mame arte STRAORDINARIA WUNDERKAMMER ALLA FONDAZIONE PRADA Il-sarcofago-di-Spitzmaus_7
Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori’

Ci sono anche un Rubens  (“Ritratto di Isabella d’Este”) e un Tiziano (“Ritratto del duca Giovanni Federico, elettore di Sassonia”).

Ma la natura stessa dell’esposizione, invita a soffermarsi sulla varietà e sul modo in cui i vari pezzi dialogano l’uno con l’altro e non sull’eccezionalità di ogni singola opera. 

La mostra è una riflessione sulle motivazioni che guidano l‘atto del collezionare e sulle modalità con le quali una raccolta è custodita, presentata e vissuta.

Anderson e Jalouf hanno accostato i busti romani ai vasi, le malachiti alle piume, i costumi teatrali ai coralli, mosaici e teste di animali a ritratti di falconieri e bauli coreani e armature. Tutto è fatalmente in linea con l’universo eccentrico e maniacale dei film di Anderson, dai “Tenenbaum” a “Moonrise Kingdom”.

Il tutto immerso in una scenografia che esalta il carattere singolare e raffinato di questa mostra. Il nostro parere? Assolutamente da non perdere.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Bruna Meloni
Articoli dell'Autore / Bruna Meloni

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>