"Raffaello. Il giovane prodigio". Il film
Arte,  Cinema

“Raffaello. Il giovane prodigio”. Il film

 

 

Raffaello Il giovane prodigio è il titolo del nuovo film prodotto da Sky e distribuito da Nexo Digital nelle sale italiane dal 21 al 23 giugno. Il nuovo film, dedicato alla figura del grande pittore urbinate, tesse la storia di Raffaello. E lo fa  attraverso le città che ha percorso, ma soprattutto attraverso i suoi straordinari ritratti femminili. La madre, l’amante, la committente, la dea.

Raccontate dalla voce di Valeria Golino, le “protagoniste’” della vita di Raffaello svelano dettagli e aneddoti interessanti circa le loro identità.  Aspetti rivelati dal contributo scientifico di illustri esperti come Vincenzo Farinella, Lorenza Mochi Onori, Giuliano Pisani. Tom Henry, Amélie Ferrigno, Ippolita di Majo, Gloria Fossi.

 

Raffaello Sanzio, Dama con Liocorno | © 2020 Foto Scala Firenze | Su concessione MiBACT

 

Le donne e Raffaello

Nella sua breve, eppure straordinariamente feconda parabola, durata 37 intensissimi anni che ascriveranno l’Urbinate nell’olimpo dei grandi maestri di ogni tempo, le donne giocano un ruolo cardine anche per la carriera del giovane prodigio. Sarebbe stata addirittura una donna, Giovanna Feltri, a raccomandare il “giovane e talentuoso pittore” a Pier Soderini, gonfaloniere a Firenze, con tanto di lettera scritta nell’ottobre 1504.

 

Raffaello. Il giovane prodigio. Il film
Il ritratto di Margherita Luti, figlia di un fornaio di Trastevere, famosa per essere stata l’amante e la modella di Raffaello.

 

La Fornarina

Nella carriera inarrestabile di Raffaello, un’altra donna, la Fornarina, entra in scena quale modella indispensabile alla sua arte. Il docufilm traccia puntuali e significative pennellate di questo dipinto straordinario che raffigura il prototipo della modella amante che ha affascinato le epoche.  Facendo luce, tra equivoco e leggenda, sulle probabili identità di questa dea senza nome nel mondo dei mortali.

 

Raffaello. Il giovane prodigio. Il film
Raffaello Sanzio, La Muta, 1507, olio su tavola. Galleria Nazionale delle Marche, Urbino

 

Il bello assoluto di Raffello il giovane prodigio

Spinto fino alla fine dei suoi giorni dal desiderio del bello assoluto, la cui ricerca parte da figure realmente esistite per approdare a una bellezza ideale, il maestro dei volti gentili riproporrà per tutta la vita il tema della Madonna con Bambino in quella galassia perfetta popolata da figure femminili, nelle vesti di madri, committenti, dee, amanti.

 

Raffaello. Il giovane prodigio. Il film
Raffaello Sanzio, Madonna Sistina, Dettaglio, 1513-1514 circa, Olio su tela, 196 x 265 cm, Gemäldegalerie, Dresda

 

Raffaello Il giovane prodigio La trama del film

Questo filo conduttore che attraversa la parabola di Raffaello, unendo, nei secoli, volti di vario genere  (pacati nella loro genuina dolcezza, eppure straordinariamente diversi nella capacità metamorfica del pennello del genio) si svela al cinema con un docufilm originale, ben costruito, dal ritmo accattivante e da un grande trasporto emotivo.

Il suo modus operandi, infatti, lo vede intento a ritrarre i volti, partendo da una figura esistente e a lui nota, per poi perfezionarla fino al raggiungimento di un “bello ideale. Perfettamente ammirabile ne “Il Trionfo della Galatea” con la ninfa del titolo come emblema delle parti più belle di una donna.
La voce di Valeria Golino accompagna questo tour nella vita del Sanzio. Si  sofferma sulla sua grande capacità di trasformarsi, evolvendosi sempre in qualcosa di nuovo e diverso dal precedente. Versatile, ingegnoso e dotato di un grande dono, Raffaello si è imposto sui suoi contemporanei. Creando altresì un suo canone pittorico personale tramandato sino alle generazioni di artiste successive, fino a oggi.

 

 madonna sulla seggiola
Raffaello Sanzio, Madonna della Seggiola, 1513-1514 circa, Olio su tavola, 71 x 71 cm, Galleria

 

La grande Arte al Cinema

Il film fa parte della fortunata serie “La Grande Arte al Cinema,” distribuita in esclusiva per l’Italia da Nexo Digital con i media partner Radio Capital, Sky Arte, MYmovies.it, ARTE.it e in collaborazione con Abbonamento Musei.

 

 

Leggi anche: UFFIZI: TOUR PER CELEBRARE RAFFAELLO

I 10 ARAZZI DI RAFFAELLO TORNANO ALLA CAPPELLA SISTINA

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *