Arte

ORGANISMI: DA ÉMILE GALLÉ A CARLO PETRINI ALLA GAM

 

Da Émile Gallé a Carlo Petrini: la Gam, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, apre la nuova stagione espositiva sotto la direzione di Carolyn Christov-Bakargiev con una mostra collettiva dal titolo Organismi.

Un’esposizione che propone una nuova visione delle relazioni possibili tra le prospettive organicistiche del tardo Ottocento e degli inizi del Novecento e le visioni bio-centriche di oggi. Suddivisa in sedici sezioni la mostra prosegue in un percorso cronologico ed esaustivo dall’Art nouveau al contemporaneo.

In scena opere provenienti dal Musée d’Orsay e Musée de Nancy di Émile Gallé, grande artista del vetro e studioso di botanica: si va dal piatto Aux Crabes inciso con granchi e vegetazione acquatica al prezioso vaso Pomme de Pin dell’artista francese fino all’architettura Liberty di Raimondo D’Aronco, per arrivare al Premio Nobel per la Teoria dei Neuroni nel 1906 di Santiago Ramòn y Cajal con libri, dipinti e disegni a china.

Non mancano, infine, due acquari di Pierre Huyghe, un’installazione di Marcos Lutyens e le piante selezionate da Patrick Blanc, inventore dei «giardini verticali». Più le testimonianze di arte e bioarchitettura di Mario Cucinella con il progetto Granai della Memoria e l’alimentazione sostenibile documentata da Carlo Petrini, fondatore di Slow Food.

 

 

ORGANISMI. DALL’ART NOUVEAU DI ÉMILE GALLÉ ALLA BIOARCHITETTURA
Dal 4 maggio al 6 novembre
TORINO, GAM

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!