FILIPPINO LIPPI A PALAZZO MARINO

FILIPPINO LIPPI A PALAZZO MARINO

Filippino Lippi a Palazzo Marino con “L’Annunciazione” per il Natale 2019. Dal 29 novembre 2019 al 10 gennaio 2020 la mostra a Milano con la collaborazione di Intesasanpaolo.

Natale 2019 a Palazzo Marino: l’Annunciazione di Filippino Lippi.

Due capolavori della pittura rinascimentale italiana, in mostra a Palazzo Marino.

In esibizione, infatti, il tondo con l’Angelo annunziante e l’Annunziata.

Il primo, inginocchiato su un pavimento in prospettiva centrale; il secondo più arioso e luminoso grazie alla luce riflessa in diagonale.

La storica sede del Comune di Milano rinnova, quindi, l’annuale appuntamento con l’arte, con la collaborazione di Intesasanpaolo.

L’obiettivo è valorizzare il patrimonio culturale diffuso nei centri più piccoli, scrigni di tesori straordinari.

Filippino Lippi, breve biografia

Figlio del noto pittore Filippo Lippi, Filippino nasce a Prato nel 1457. Fin da giovane entra nella bottega di Sandro Botticelli.

Raggiunta la maturità artistica segue il Maestro a Roma, aiutandolo nella realizzazione degli affreschi della Cappella Sistina.

In quegli stessi anni Filippino, inoltre, inizia a ricevere commissioni illustri. Il suo stile di ascendenza botticelliana, ad ogni modo, risente anche dell’eco fiammingo.

Nella primavera del 1483, infatti, da Bruges giunge a Firenze il “Trittico Portinari “di Hugo Van der Goes.

Opera che – esposta nell’altare maggiore della chiesa di Sant’Egidio – porta una ventata di rinnovamento.

Filippino Lippi a Palazzo Marino
I tondi L’Angelo Annunziante e L’Annunziata

Non possiamo non cogliere, nei due tondi di San Gimignano, l’attenzione a proporre in modo attento brani di natura e di realtà.

Essi trovano puntuali riferimenti nell’Adorazione dei pastori dell’artista fiammingo, oggi alla Galleria degli Uffizi.

L'”Annunciazione”

Dipinto, oggi, conservato nella Pinacoteca Civica della cittadina toscana.

Si tratta di una committenza laica, dei Priori e dei Capitani di Parte Guelfa, di cui l’Archivio Storico Comunale conserva una documentazione completa.


Il soggetto dell’Annunciazione, infatti, è molto caro alla città di San Gimignano.

Qui, come a Firenze, la celebrazione della Santissima Annunziata rappresenta il primo giorno dell’anno secondo il calendario fiorentino. L’evento ricorre ogni 25 marzo.

Il Comune di San Gimignano, proprietario dell’Annunciazione” di Lippi, commissiona l’opera nel 1482.

Le cornici

Probabilmente è Antonio da Colle, sei anni più tardi, a realizzare due cornici in legno intagliato.

Il legnaiolo è artefice della fattura del pulpito (1469) e del coro ligneo (1490) della Collegiata di San Gimignano.

Le cornici imitano una corona con foglie di quercia e alloro con ghiande e bacche, legate insieme da un nastro.

La mostra a Palazzo Marino

La mostra milanese, a cura di Alessandro Cecchi e con la collaborazione di sarà presentata nella Sala Alessi di Palazzo Marino.

 

Previsto un allestimento dedicato, un ampio apparato didattico e la proiezione di un video. 

Coordinata da Palazzo Reale, la mostra è realizzata insieme alla Pinacoteca Civica di San Gimignano.

Con il supporto del Comune di San Gimignano, in collaborazione con le Gallerie d’Italia di Intesasanpaolo.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Bruna Meloni
Articoli dell'Autore / Bruna Meloni

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>