vico magistretti triennale
Arte,  Mostra

L’omaggio a Vico Magistretti nella mostra alla Triennale di Milano

Vico Magistretti, architetto milanese: la mostra omaggio alla Triennale di Milano da maggio a settembre

È partita alla Triennale di Milano la mostra dedicata all’architetto milanese Vico Magistretti e andrà avanti fino al 12 settembre. La retrospettiva, realizzata in collaborazione con Fondazione Vico Magistretti e curata da Gabriele Neri, riunisce il patrimonio dell’architetto e designer milanese conservato in parte nel suo archivio, e in parte in archivi di aziende, istituzioni e privati.

Ecco cosa vedere nella mostra Vico Magistretti, architetto milanese alla Triennale di Milano.

vico magistretti triennale

Vico Magistretti: l’omaggio alla Triennale di Milano

La mostra in Triennale ripercorre l’intero percorso progettuale di Magistretti, iniziato proprio al Palazzo dell’Arte negli anni del secondo dopoguerra. L’esposizione, suddivisa in aree tematiche, presenta per la prima volta l’opera dell’architetto milanese in maniera unitaria. Vengono infatti messi insieme disegni, schizzi, modelli, fotografie, prototipi e pezzi originali. La visione di tutto il lavoro realizzato da Vico Magistretti permette di percepire il connubio tra architettura e design che lo ha sempre caratterizzato.

Nel percorso espositivo della Triennale, il rosso, colore distintivo di molti progetti di Magistretti ma anche del suo look, costituisce una sorta di fil rouge. Va ad evocare l’unione tra modernità (il rosso delle avanguardie) e tradizione (il rosso mattone della vecchia Milano) caratteristico del suo lavoro.

Il lavoro di Magistretti ha influenzato molto le generazioni successive. Per questo sono esposti anche gli omaggi dei designer Konstantin Grcic e Jasper Morrison, suoi allievi al Royal College of Art di Londra.

vico magistretti triennale
Lampada Eclisse, disegnata per Artemide

L’unicità dell’esibizione dedicata dalla Triennale

Stefano Boeri, presidente di Triennale Milano, afferma: Semplicità, eleganza e genio sono le tre grandi componenti nel dna progettuale di Vico Magistretti, tra i principali artefici di quella storia straordinaria che ha proiettato il design italiano da Milano nel mondo intero. La celebrazione di Magistretti – il cui rapporto con Triennale Milano è di lunga durata – è un atto doveroso per la nostra istituzione. La mostra si colloca in un percorso di mostre e approfondimenti dedicati ad alcuni dei più straordinari esponenti italiani del design e dell’architettura“.

Lorenza Baroncelli, direttore artistico di Triennale Milano, ha dichiarato: “La mostra in Triennale sarà un inedito assoluto perché per la prima volta metterà in scena non solo gli oggetti di design ma anche i progetti architettonici di Vico Magistretti. Il luogo è simbolico. Per raccontare questo straordinario architetto e designer non si può infatti prescindere dalla sua ‘milanesità’, che lo ha portato dal cuore di questa città in tutto il mondo”.

I progetti architettonici più straordinari di Magistretti

Tra i suoi progetti più notevoli, uno dei primi è quello realizzato con Mario Tedeschi. Insieme partecipano all’impresa collettiva del QT8 con i progetti delle case per i reduci d’Africa e della chiesa di Santa Maria Nascente (1947-55).
vico magistretti triennale
Dipartimento di Biologia dell’Università Statale di Milano
Ormai uno dei più brillanti membri della “terza generazione”, realizza due significativi edifici a Milano: la Torre al Parco in via Revere (1953-56, con Franco Longoni) e il palazzo per uffici in corso Europa (1955-57).
Negli anni ’60 i progetti da ricordare sono: il Municipio di Cusano Milanino (1966-69), il quartiere Milano San Felice a Segrate(1966-75, con Luigi Caccia Dominioni), la casa in piazza San Marco (1969-71).
Tra le opere di architettura degli anni ’80 si annoverano la sede del Dipartimento di Biologia a Milano (1978-81, con Franco Soro), la casa Tanimoto a Tokyo (1985-86), il Centro Cavagnari della Cassa di Risparmio a Parma (1983-85).

Orari della mostra

La mostra è visitabile dal martedì alla domenica, dalle 11 alle 20 (con ultimo ingresso alle 19).
La biglietteria è aperta dalle 11 alle 19. I biglietti sono acquistabili sul sito o tramite il Call Center di Vivaticket T 892 234. Per accedere alle mostre durante il weekend è obbligatorio acquistare il biglietto il giorno prima della visita.
LEGGI ANCHE: 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *