LET IT SNOW, UNA MOSTRA NATALIZIA

LET IT SNOW, UNA MOSTRA NATALIZIA

A PARTIRE DAL 22 DICEMBRE SI TERRÀ A VENEZIA LA MOSTRA ISPIRATA AL NATALE “LET IT SNOW”

Cosa pensano gli artisti del Natale? Che ricordi hanno di quando erano bambini? Il Natale è tutto luci e leccornie, o è un giorno come un altro? Questa l’idea alla base della mostra “Let it Snow“, che si terrà alla Galleria Visioni Altre di Venezia dal 22 dicembre al 6 gennaio

Saranno 13 gli artisti emergenti a dover scegliere una frase propria o di altri autori che rappresenti lo spirito del Natale. Inoltre, la frase verrà posta vicino alle loro opere.

La rassegna, curata da Erika Lacava, comprenderà i più svariati linguaggi espressivi. Tra questi la pittura, la fotografia, la scultura e alcune piccole installazioni.

LA SCULTURA

L’artista Michela Baldi ha realizzato delle lune di ceramica in abbinamento a costellazioni portatili, mentre le creazioni di Margrieta Jeltema sono finissimi vasetti in porcellana contenenti dei fiori dalla particolare lavorazione tessile. Questi ultimi sono opera della stilista russa Valeria Chernova.

I lavori di Palmi Latino si avvicinano invece alla fiber art. Le sue produzioni vedono dei piccoli pezzi di tessuti incastonati nella cera, preziose reliquie di persone e momenti comuni.

LA FOTOGRAFIA 

Per quanto riguarda il mezzo espressivo della fotografia si vedranno esposte le “trasparenze Liberty”, immagini mosse dal vago gusto retrò. In abbinamento a queste ci sarà, in una sinergia cromatica, il polittico di Paola Rizzi.

Si colloca in un altro filone la fotografia di Giulio Malfer, che realizza delle opere di stampo più metaforico. 

Nei ritratti della fotografa Enrica Passoni prendono invece forma delle suggestive figure femminili senza volto, contornate da cornici vintage dai motivi bizzarri.

LA PITTURA 

Nell’ambito della pittura, l’artista Carlo Vercelli propone i suoi ritratti dal sapore espressionista, mentre Nicoletta Gatti utilizza dei toni caldi e avvolgenti per le sue opere che prendono forma in raffinate astrazioni.

Emilio Minotti dà alla mostra un tocco di pop art con i suoi personaggi in terracotta policroma e Mauro Molinari fonde il pop al naïf con le sue opere pittoriche.

LE INSTALLAZIONI 

Infine Mauro Pinotti si ispira ai paesaggi urbani con i suoi agglomerati in ferro e cemento che vanno a creare delle metropoli futuristiche.

Va ricordato che tutte le opere presenti nella rassegna si trovano in dimensioni ridotte in modo tale da poter essere facilmente trasformate in un originale regalo per appassionati d’arte.
 




 

 


Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai