fondprada.jpg
Arte

Le prossime mostre della Fondazione Prada. Arte antica e Cinquecento curate da Salvatore Settis

È uno degli eventi più attesi del 2015: l’apertura a Milano della nuova sede della Fondazione Prada. Il progetto di recupero di sette spazi industriali, affidato a Rem Koolhas, nella zona sud del capoluogo milanese, verrà inaugurato il 9 maggio.
Non sarà una mostra dedicata all’ultimo trend contemporaneo ma sarà dedicata all’antichità classica e verrà curata da Salvatore Settis. “È una mossa audace e anche originale – dice il curatore – La Fondazione va oltre la mera accumulazione di oggetti. Miuccia Prada voleva che la prima mostra fosse dedicata all’antichità ma in un contesto contemporaneo. Nel mondo delle mostre succede di solito l’esatto contrario, per questo ho trovato l’idea interessante”. Il titolo “Serial Classic” rimanda all’usanza dei Romani di appropriarsi della scultura greca. In questo si ritrovano punti in comune con alcune tendenze moderne che riguardano l’originalità e la riproduzione dell’opera d’arte, legati soprattutto all’uso dei media multimediali come video e fotografia.

Un altro edificio ospiterà la collezione di Prada, nella quale figurano soprattutto artisti contemporanei. Ma lo spazio sarà dotato anche di zone deputate ai video e un cinema all’aperto.
Alcuni “guest curators” si occuperanno di organizzare mostre temporanee e uno degli edifici preesistenti è stato destinato ad installazioni site-specific selezionate personalmente da Miuccia. Questo spazio, molto esclusivo, pare sarà ricoperto da una lamina d’oro, il cui costo di realizzazione non è stato rivelato.

Nella sede di Venezia a Cà Corner della Regina, dopo “Art or Sound” curata da Germano Celant, la Fondazione Prada presenterà una mostra sempre curata da Settis in concomitanza con la Biennale di Venezia (dal 9 maggio al 22 novembre) nella quale saranno esposte riproduzioni cinquecentesche in piccolo formato di statue greco-romane. “Le copie di grandi dimensioni sono adatte agli spazi industriali di Milano, mentre quelle più piccole sono perfette per la sede più intima di Venezia”, spiega Settis. L’una quindi sarà continuazione dell’altra, mentre i Prada si fanno magnati di tutte le epoche storiche, non più solo d’arte contemporanea.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!