,

LA MOSTRA DEI PRERAFFAELLITI A MILANO

LA MOSTRA DEI PRERAFFAELLITI A MILANO

Desiderio in rosso: le donne teutoniche dei ritratti preraffaelliti in mostra a Milano, Palazzo Reale

La mostra dei Preraffaelliti in arrivo a Milano, tante le opere mai uscite dai confini inglesi. Un’occasione unica per vedere opere appartenenti a un periodo storico ricco di influenze.

Alla fine dell’Ottocento, in Europa scoppiano rivoluzioni politiche e sociali che coinvolgono diverse nazioni. In Inghilterra sette studenti si uniscono per produrre una rivoluzione artistica. La rivoluzione consiste nel liberare la pittura britannica dalle convenzioni e dalla dipendenza dai vecchi maestri. 

Gli uomini e le donne della cerchia cosiddetta “preraffaellita” sperimentano nuovi stili di vita e di relazioni personali, radicali quanto la loro arte.
I loro splendidi dipinti saranno in mostra al pubblico per la prima volta a Milano.

La mostra, curata da Carol Jacobi, Curator British Art della Tate di Londra, si avvale del contributo scientifico di Maria Teresa Benedetti in relazione al rapporto dei Preraffaelliti con l’Italia. Sarà così possibile ammirare in Italia circa 80 opere, tra le quali alcuni dipinti iconici che difficilmente escono dal Regno Unito per essere prestati; come l’Ofelia di John Everett Millais; Il risveglio della coscienza di William Holman HuntAmore d’aprile di Arthur Hughes, la Lady of Shalott di John William Waterhouse.

L’esposizione di Palazzo Reale, aperta al pubblico dal 19 giugno al 6 ottobre 2019, rivela agli spettatori l’universo d’arte e di valori dei 18 artisti preraffaelliti rappresentati in mostra. Si racconterà, attraverso i capolavori della celebre collezione Tate, tutta la poetica di questo  movimento. Dall’amore e dal desiderio alla fedeltà alla natura e alla sua fedele riproduzione; e poi le storie medievali, la poesia, il mito, la bellezza in tutte le sue forme.

Le opere della mostra dei preraffailiti

Le opere saranno presentate per articolate sezioni tematiche, al fine di esplorare gli obiettivi e gli ideali di quel movimento, gli stili dei vari artisti, l’importanza dell’elemento grafico e lo spirito di collaborazione che, nell’ambito delle arti applicate, fu un elemento fondamentale del preraffaellitismo.

LEGGI ANCHE

TROVATO UN NUOVO QUADRO DI NINFEE DI MONET

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Arianna Giampietro
Articoli dell'Autore / Arianna Giampietro

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>