ACCORDO TRA GALLERIE D’ITALIA ED ERMITAGE

ACCORDO TRA GALLERIE D’ITALIA ED ERMITAGE

Intesa storica tra le Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo e il museo russo Ermitage. Il presidente emerito di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli e il direttore dell’Ermitage, Michail Piotrovsky hanno firmato uno storico accodo.

Il direttore dell’Ermitage, Michail Piotrovsky, e il presidente emerito di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli, si sono incontrati l’11 luglio alle Gallerie d’Itala di Piazza Scala dove hanno firmato un accordo triennale per prestiti, scambi culturali e anche borse di studio e programmi di ricerca.

L’accordo permette alle Gallerie d’Italia di affermarsi come player museale, menter al museo russo di avere un appoggio, anche finanziario e istituzionale, in Italia.

I commenti

mam-e ACCORDO TRA GALLERIE D'ITALIA ED ERMITAGE gallerie
Storico accordo tra le Gallerie d’Italia e il Museo Ermitage

Dopo lo storico accordo non sono mancati i commenti entusiasti. Piotrovsky afferma: «È un accordo importante: noi aiuteremo la banca a promuovere e organizzare esposizioni come la mostra sul Romanticismo e quella su Canova mentre Intesa ci aiuterà per le esposizioni di arte italiana in Russia, a partire da quella su Piero della Francesca a dicembre».

Invece Bazoli ha preferito ringraziare Intesa Sanpaolo: «Ringrazio la banca che ci consente di destinare beni alla cultura e collettività e di realizzare quest’accordo con uno dei più grandi musei. La nostra collaborazione risale ai tempi in cui la Banca Commerciale italiana aiutò il restauro delle sale del Rinascimento dell’Ermitage».

In merito a quanto affermato da Bazoli va ricordato che più di recente l’Ermitage ha prestato quattro opere di Bellotto per la mostra che si è tenuta alle Gallerie d’Italia.

La mostra sul Romanticismo citata dal direttore dell’Ermitage si svolgerà il prossimo autunno. Sarà a cura di Fernando Mazzocca, e prevede 200 opere di un’ottantina di artisti, lo scopo è quello di esaltare il confronto tra Milano e la pittura europea. Il museo russo presterà un Caspar David Friedrich.

Scambi e prestiti

Il quadro di Caspar David Friedrich non sarà l’unico quadro del museo russo che sarà possibile ammirare in Italia. Infatti nel grattacielo di Intesa a Torino, per la rassegna L’Ospite illustre, dal 19 dicembre prossimo sarà in esposizione l‘Adorazione dei pastori di Juan Bautista Maìno.

mam-e intesa sanpaolo ACCORDO TRA GALLERIE D'ITALIA ED ERMITAGE tiepolo
Giambattista Tiepolo, Il giudizio finale, 1730-1735 ca, olio su tela, 147,5 x 198 cm Collezione Intesa Sanpaolo Gallerie d’Italia

Ovviamente anche l’Italia metterà a disposizione opere come il Caravaggio di Napoli, oltre al sostegno finanziario. Senza contare che lo scorso anno aveva già prestato all’Ermitage il Giudizio universale di Tiepolo proveniente da Palazzo Montanari di Vicenza. Infine altri scambi avverranno nell’autunno del 2019 per la mostra su Canova e Thorvaldsen.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Chiara Carnaccini
Meet the author / Chiara Carnaccini

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>