,

IL MONDO VISIONARIO DI CHO SUNG-HEE

IL MONDO VISIONARIO DI CHO SUNG-HEE

Per la prima volta in Italia, alla Fondazione Mudima, Cho Sung-Hee si racconta attraverso 30 fragili e raffinate opere nei colori simbolici del bianco puro, grigio e rosso vivo.

La Fondazione Mudima, in collaborazione con la Opera Gallery di Parigi, presenta la prima mostra personale in Italia di Cho Sung-Hee . Artista visionaria che coniuga con successo la tradizione artigianale coreana.

La Fondazione

Persegue da diverso tempo un progetto culturale di grande respiro volto ad intensificare il rapporto tra l’Italia e i Paesi dell’Estremo Oriente, Corea, Giappone e Cina in particolare. Come testimonia, fra i tanti eventi organizzati, la mostra di Nam June Paik curata e organizzata a Palazzo Reale a Milano nel 1990.

Mame arte IL MONDO VISIONARIO DI CHO SUNG-HEE Lovely Blossom Detail(2)
Happy Blossom

L’artista

Cho Sung-Hee, artista coreana classe 1949, per costruire le sue opere, usa un metodo di collage in cui ogni singolo elemento cartaceo è tagliato a mano o delicatamente strappato in piccoli cerchi.

Viene quindi stratificato con pigmenti a olio, collocato sulla tela per mezzo di minuscoli supporti, fatti anch’essi di carta arrotolata. Quindi giustapposto agli altri, conferendo all’opera l’effetto tridimensionale di una fioritura.

Utilizza il cosiddetto hanji – carta fatta a mano ricavata dalle foglie macinate degli alberi di gelso – con una sensibilità artistica unica, creando straordinarie immagini visive e narrative ottenute da una complessa relazione tra colori e texture.

L’artista al lavoro

Cosa vedremo

La rassegna propone un nucleo di circa trenta opere, realizzate fra il 2014 e 2019 appositamente per gli spazi della Fondazione.

Sono lavori che appaiono come una superficie monocromatica, un unico colore uniforme – rosso vivo, grigio tenue, bianco puro. Colore con il quale Cho Sung-Hee fa esplicitamente riferimento a quello che probabilmente è stato il più importante movimento artistico della Corea del tardo XX secolo.

Il movimento, conosciuto con il nome di “Monochrome Art Movement”, ha avuto fra i principali esponenti gli artisti Lee Ufan , Seo-bo Park e Young Woo Kwon. Artisti noti per aver dato vita ad un’arte che esplora sia il colore che la superficie esprimendo la trama e le sfumature. Combinando le filosofie asiatiche con la formazione occidentale, questi artisti riescono a sprigionare un’ampia varietà di emozioni, intenzioni e significati.

La mostra

La mostra di Cho Sung-Hee dal titolo “ Efflorescenze” è visitabile dal 12 aprile al 10 maggio presso la Fondazione Mudima in Via Tadino, 6 Milano

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Bruna Meloni
Articoli dell'Autore / Bruna Meloni

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>