, ,

IL FUNERALE DI MARINA ABRAMOVIĆ

IL FUNERALE DI MARINA ABRAMOVIĆ

Le istruzioni che l’artista ha lasciato per il giorno delle sue esequie

Che Marina Abramović sia una grande performer, probabilmente la migliore dei nostri tempi, è cosa certa. Ma dove risiede il limite massimo oltre il quale è impossibile esibirsi? Tutti penseranno: la morte.

Per Marina Abramović non è la risposta corretta.

Ci sono infatti delle istruzioni, quasi un vero e proprio manuale d’uso, per il suo futuro funerale. Tutto è riportato nella biografia scritta da James Westcott sulla “nonna della performance art” e con “tutto” si intende davvero tutto, persino la musica e il dress code.

Questi i passi da seguire nel grande giorno dell’ultima performance dell’artista:

Verranno realizzate tre bare.

All’interno di una dovrà essere deposta la vera salma, mentre nelle altre due verranno deposte delle imitazioni del corpo dell’artista.

La cerimonia si terrà a New York con tutte e tre le bare. I partecipanti non dovranno assolutamente vestirsi di nero e nemmeno la Abramović vuole colori scuri addosso. Gli ex studenti dell’artista realizzeranno un progetto per l’evento, mentre il cantante degli Antony and the Johnsons canterà My Way di Sinatra.

Ci sarà una torta di marzapane con le fattezze dell’artista che verrà mangiata dai partecipanti.

Conclusa la cerimonia, tre diverse persone, la cui identità è segreta, porteranno le bare in tre luoghi diversi del pianeta, seguendo le istruzioni segrete dell’artista. Una cerimonia di cremazione si svolgerà a New York, una a Belgrado e l’ultima ad Amsterdam.

È stato delegato un avvocato particolare per la detenzione delle “ultime volontà”, che in realtà sarebbe meglio chiamare “ultime istruzioni”, della body artist più famosa al mondo.

Per quel che ci risulta, Marina Abramović è in perfetta salute e sicuramente queste istruzioni potranno restare chiuse in un cassetto fino a data da destinarsi, anche se nel frattempo la loro notizia ha già fatto il giro del mondo e in qualche modo ha “anticipato” già di qualche tempo la performance vera e propria.

Per il momento si può godere dell’ultima mostra dell’artista, The Cleaner, fino al 20 gennaio esposta a Palazzo Strozzi, Firenze.


Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Arianna Giampietro
Meet the author / Arianna Giampietro

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>