I MIGLIORI AFORISMI DI AMEDEO MODIGLIANI

I MIGLIORI AFORISMI DI AMEDEO MODIGLIANI

Nel giorno del suo 135° compleanno, MAM-e ricorda il grande Amedeo Modigliani con i suoi migliori aforismi

Gli aforismi di Amedeo Modigliani sono, tutt’oggi, una fonte di ispirazione per artisti e pensatori.

Il Modì dell’arte, artista poliedrico dal tratto stilistico inconfondibile, nasce a Livorno il 12 luglio del 1884 da padre italiano e madre francese.

La sua vita è intercorsa da una serie di infezioni gravi che determinano il suo cammino verso la catarsi artistica.

All’età di 14 anni, infatti, contrae la febbre tifoide e due anni dopo, una forma grave di tubercolosi. La sua storia clinica ci informa anche di una difficile depressione. La forma di tubercolosi pregressa lo porterà alla morte il 24 gennaio 1920, a Parigi.

Amedeo si forma, inizialmente, nel laboratorio del macchiaiolo Guglielmo Micheli.

Nel 1901, dopo aver girovagato nei vari musei nazionali, si iscrive presso la Scuola Libera del Nudo di Firenze.

Ritratto di Amedeo Modigliani

Dopo la breve parentesi italiana, che lo vede ai margini dell’Istituto di Belle Arti di Venezia, decide di trasferirsi a Parigi, nei quartieri di Montparnasse e Montmartre che pullulano di artisti.

Qui sperimenta la sua verve affiancando la sua passione per il corpo umano alla corrente del fauvismo attraverso una stesura di colori violenti e selvaggi.

Sebbene Modigliani non abbia mai abbracciato alcuna corrente artistica durante la sua breve esistenza, nei suoi capolavori è facile anche intuire la sua predisposizione al cubismo e al futurismo.

Tra le sue opere più celebri va menzionata “Nudo sdraiato a braccia aperte” un olio su tela datato 1907 che provoca scandalo tanto da scomodare la polizia francese che minaccia di sequestrarlo se non ritirato immediatamente dall’esposizione di Weill.

L’artista livornese, rapito dai bagordi della vita, peggiorerà la sua precaria condizione di salute e morirà di tubercolosi all’età di 36 anni.

Gli aforismi di Amedeo Modigliani

“La vita è un dono. Dai pochi ai molti: di coloro che sanno o che hanno a coloro che non sanno o che non hanno.” 

“Sono io stesso lo strumento delle potenti forze che nascono e muoiono in me.” 

“Il tuo unico dovere è salvare i tuoi sogni.” 

“Con un occhio cerca nel mondo esterno, mentre con l’altro cerchi dentro di te.” 

“La funzione dell’arte è di combattere contro le imposizioni.” 

“Quello che cerco non è né la realtà né l’irrealtà, ma l’inconscio, il mistero dell’istinto nella razza umana.” 

“Voglio che la mia vita sia un torrente fertile che attraversa la terra con gioia.” 

“Non domandatemi chi sono, né chiedetemi che io rimanga invariato.” 

“Dipingere una donna è possederla.” 

“Noi (scusa il noi) abbiamo dei diritti diversi dagli altri, perché abbiamo dei bisogni diversi che ci mettono al disopra — bisogna dirlo e crederlo — della loro morale.”

Leggi anche


Trovato un nuovo quadro di Ninfee di Monet

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>