,

HENRI MATISSE. SULLA SCENA DELL’ARTE, A BARD

HENRI MATISSE. SULLA SCENA DELL’ARTE, A BARD

Dopo Henri Cartier – Bresson il Forte di Bard ospiterà una mostra su Matisse e il rapporto dell’artista con il teatro.

Henri Matisse. Sulla scena dell’arte presenta e sviluppa come tematica centrale il rapporto di Henri Matisse con il teatro e la produzione di opere legate alla drammaturgia. Sicuramente è una mostra inedita. Che porterà al Forte di Bard, in Valle d’Aosta, dal 7 luglio al 14 ottobre 2018 oltre 90 opere. Tutte le opere sono state realizzate in un arco temporale di 35 anni. Matisse le realizzò tra il 1919 fino alla morte dell’artista, avvenuta nel 1954. Si tratta di lavori riconducibili principalmente al cosiddetto période Nicoise.

mam-e arte HENRI MATISSE. SULLA SCENA DELL'ARTE, A BARD modalischef
Henri Matisse, Odalisque au Fauteuil Noir, 1942

Il percorso espositivo è curato da Markus Müller, direttore del Kunstmuseum Pablo Picasso di Münster. E è suddiviso in quattro grandi sezioni: Costumi di scena; Matisse e le sue modelle; Le odalische; Jazz.

Mentre l’esposizione di tappeti, abiti, oggetti di arte orafa, collezionati dall’artista, sono stati concessi in prestito dalla famiglia Matisse. Invece i capolavori restanti provengono dal Kunstmuseum Pablo Picasso di Münster. Il quale possiede nella sua collezione permanente anche la più ampia raccolta di opere di Matisse in Germania.

Henri Matisse

Henri Matisse è nato a Cateau-Cambrésis nel 1869. Frequenta a Parigi l’atelier di Gustave Moreau, ma guardando alle opere di Paul Cézanne, soprattutto nel trattamento del colore, che diventerà il fine stesso della creazione dell’immagine.

Il critico Louis Vauxcelles conia, per artisti come Matisse, il termine fauves, presto adottato dal gruppo in segno di sfida.

mam-e arte HENRI MATISSE. SULLA SCENA DELL'ARTE, A BARDHenri-Matisse-The-Sheaf
Henri Matisse. Il Covone, 1953. Guazzo su carta, tagliato e incollato, montata su telacm. 293,4 x 350,

Del 1910 è la prima mostra importante alla galleria Bernheim-Jeune a Parigi, seguita dalle personali a Londra e a New York. E a partire dal 1919 decide di trascorrere gran parte dell’anno in Costa Azzurra, che considera un paradiso.

Poi nel 1920 lavora alle scene e ai costumi per Le chant du rossignol. Il decennio 1920-1930 segna un ritorno a composizioni di tipo più tradizionale e all’interesse per il tema delle Odalische.

Dopo numerosi viaggi Henri Matisse si reca negli Stati Uniti, dove ha l’incarico di una grandiosa decorazione sul tema della danza per la Fondazione Barnes a Merion.

Nel 1939 si trasferice a Vence e comincia a dedicarsi alla grafica. Qui illustra Pasiphaé di H. de Montherlant (1944) e Les Fleurs du Mal di Ch. Baudelaire (1947), ma produce in generale  illustrazioni in bianco e nero per diversi libri.

Del 1947 l’editore parigino Tériade pubblica Jazz. E’ in quest’opera che appaiono i primi risultati della tecnica dei papiers découpés, alle quale si dedica con passione negli ultimi anni della sua vita.

Muore il 3 novembre 1954 a Nizza.

Informazioni

Dal 07 Luglio 2018 al 14 Ottobre 2018, Bard (Aosta)

LUOGO: Forte di Bard

ORARI: dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00. Mentre sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 19.00. Invece resterà aperta tutti i giorni dal 23 luglio al 02 settembre, dalle 10.00 alle 19.30. La biglietteria chiude 45 minuti prima.

SITO UFFICIALE: http://www.fortedibard.it/

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Chiara Carnaccini
Meet the author / Chiara Carnaccini

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>