Gagosian chiude la sua galleria a San Francisco

Gagosian chiude la sua galleria a San Francisco

Gagosian chiude la sua galleria a San Francisco. Anche i big dell’arte vacillano

La sede di Gagosian a San Francisco, aperta nel 2016, a due passi dal San Francisco Museum of Modern Art, chiude. Per le attività in California Larry Gagosian punta all’espansione della sua sede di Los Angeles.

Purtroppo però Gagosian non è la sola galleria a fare i conti con la crisi provocata dalla pandemia. Anche Marian Goodman ha annunciato la chiusura di uno spazio a Londra lo scorso ottobre dopo 6 anni di attività a causa delle crisi provocate dal covid e dalla brexit. David Zwirner è stato costretto a tagliare la sua forza lavoro; e anche Sotheby’s secondo Wall Street, ha congedato circa 200 collaboratori. Mentre nel mondo del collezionismo, il miliardario Ronald Perelman ha venduto in asta parte dei suoi capolavori.

Sembrerebbe che anche i grandi dell’arte stiano piangendo le conseguenze della crisi. Ma se vacillano le colonne portanti, tutto il mondo dell’arte perde le sue fondamenta. Cosa succederà nel mondo dell’arte? Riuscirà a fronteggiare la pandemia?

Gagosian Gallery; San Francisco

Chi è Larry Gagosian?

Larry Gagosian
Larry Gagosian

Larry Gagosian è un gallerista di fama internazionale, colui che gestisce più spazi espositivi di chiunque altro dealer nel mondo. Le gallerie firmate Gagosian si trovano a New York, Londra, Parigi, Roma, Atene (aperta a settembre), Ginevra e Hong Kong. Egli rappresenta una lunga lista di artisti storicizzati, tra i quali evidenziamo Andy Warhol, De Kooning, Jenny Saville e Douglas. Ed opera sia nel mercato primario che in quello secondario, basando la sua forza sul rapporto di fiducia che istaura con i collezionisti. Acquistare un’opera con il marchio Gagosian rappresenta la sicurezza di un buon investimento. Per citare le sue parole:

“L’arte è una merce ma di un tipo divertente. È tenuto da relativamente poche persone. E non c’è tanta liquidità come alcuni dei recenti rendiconti finanziari sul mercato dell’arte potrebbero suggerire. La gente non si sveglia la mattina e decide di comprare o vendere un Van Gogh. L’arte è più bella dell’oro. Ha una qualità spirituale. Non conosco collezionisti che non hanno assolutamente alcun sentimento per quello che sta comprando…”

Puoi leggere anche:

Gagosian New York. Da Marzo 2021 in mostra Ewa Juszkiewicz

Christie’s e Sotheby’s: Fatturati vendite all’asta per il 2020

Top Art Price 2020. Guida al mercato dell’arte

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Cristina Morra
Meet the author / Cristina Morra

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>