,

ROBERTO POLILLO IN “STASERA JAZZ”

ROBERTO POLILLO IN “STASERA JAZZ”

Roberto Polillo a Siena Jazz

All’accademia di musica di Siena, oggi 19 dicembre, inizia la mostra Stasera Jazz che omaggia il fotografo Roberto Polillo, decretando come permanente la mostra stessa. Saranno 67 i ritratti, esclusivamente in bianco e nero, proposti nell’allestimento che impreziosirà i corridoi dell’accademia. Potranno in questo modo essere ammirati miti della jazz-music anni ’60 come Louis Armstrong, Miles Davis, Charles Mingus e molti altri. L’inaugurazione ufficiale avverrà alle ore 12 presso i locali del Siena Jazz e, inoltre, l’accesso alla mostra potrà avvenire gratuitamente. In quest’occasione, interverranno Fabio Bizzarri ,presidente di Siena Jazz, e Franco Caroni, il direttore artistico dell’accademia senese. Quest’ultimo, entusiasta, ha dichiarato:

“Siamo onorati di custodire e presentare al pubblico questa straordinaria galleria di ritratti dei grandi protagonisti del jazz. Diamo modo di ricordare, anche al grande pubblico, un periodo importantissimo nell’evoluzione del jazz, che ha influenzato gli eventi musicali internazionali, rappresentando una forte spinta anche per la nascita del Siena Jazz.”

Riportiamo, quindi, alcuni degli scatti iconici che hanno fatto la storia della fotografia jazz e che hanno contribuito a identificare Polillo come una delle personalità più autorevoli nel suddetto ambito.

L’accademia e il fotografo

Interessante è capire quanto Roberto Polillo si sia messo in gioco per la realizzazione della mostra. Infatti il fotografo-artista è anche curatore e principale finanziatore della stessa, la quale vede nell’architetto Cesare Mari l’ideazione del suo allestimento. D’altronde il legame tra Polillo e l’accademia non muove i primi passi solo ora. La collaborazione e il reciproco supporto, infatti, sono presenti da tempo e coinvolgono entrambe le parti. È così che nasce un rapporto del tipo do ut des. Uno degli ultimi traguardi è il sostanzioso contributo offerto per i prossimi lavori di ampliamento del centro studi.

Leggi anche

Gender gap nell’industria musicale

La storia al cinema (e in TV): Giovanna la pazza

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alberto Cappellaro
Articoli dell'Autore / Alberto Cappellaro