Erwin Wurm
Arte,  Mostra

Erwin Wurm in mostra a Roma con “Via Veneto Contemporanea”

“Via Veneto Contemporanea”: a Roma la mostra a cielo aperto di Erwin Wurm

Dal 25 settembre al 14 novembre 2021 sarà possibile ammirare l’esposizione a cielo aperto “Via Veneto Contemporanea” firmata Erwin Wurm. Via Veneto è famosa per aver fatto da sfondo alla Dolce Vita di Fellini e ancora una volta si conferma spazio creativo e vitale aperto al nuovo, anche grazie a un ricco calendario di appuntamenti. Una serie di eventi organizzati dalla Casa del Cinema precederanno la mostra di Erwin Wurm. Tra questi la proiezione della Dolce Vita preceduta dalla presentazione con Sandra Milo e Pino Strabioli. Infatti “Via Veneto ieri e oggi” presenta un programma ricco di proiezioni per celebrare il mito della Dolce Vita felliniano. Catherine Loewe è la curatrice della mostra promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. “Via Veneto Contemporanea” sarà la prima installazione urbana di Erwin Wurm.

Il percorso espositivo

“Via Veneto Contemporanea” di Erwin Wurm prevede un percorso espositivo a cielo aperto, infatti l’arte occuperà gli spazi pubblici cittadini. Lo scopo è far dialogare le memorie della vita cittadina, frutto dei film, e le opere dell’artista austriaco. I visitatori vivranno un’esperienza dinamica. Si vuole offrire uno sguardo diverso sulla strada e di conseguenza sulla città. Si vuole fare riscoprire la zona nell’energia della sua contemporaneità anche attraverso la memoria. Il percorso espositivo di “Via Veneto Contemporanea” di Erwin Wurm inizia dalle Mura Aureliane e toccherà i punti più iconici della via.

Erwin Wurm

“Via Veneto Contemporanea” prevede un percorso di quattordici opere. Tra le cosiddette “Sculture Tascabili” sarà possibile vedere le “Sculture a metà”, cioè tre grandi figure in bronzo dipinte di rosa. Vedremo “Big Mutter”, cioè una borsa dell’acqua calda con delle gambe. Troveremo anche “Boot, Butter e Boxing Glove”. Le “Sculture Tascabili”, una serie di valigie su gambe.  Erwin Wurm è diventato famoso con le “One Minute Sculptures”, incentrate sull’interazione tra le opere e il corpo degli spettatori. Erwin Wurm usa la provocazione per indagare e superare i confini materiali e concettuali della scultura. Protagonisti delle sue opere sono spesso oggetti di uso comune, ma riprodotti in dimensioni monumentali. Lo scopo di Erwin Wurm è di far riflettere sulla vita e su sé stessi.

Leggi anche: 

Il Museo Fellini aprirà a Rimini il 19 agosto

Vezzoli porta l’arte contemporanea in Piazza della Signoria

La prima volta di Achille Lauro al MUDEC di Milano

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione:  info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *