,

COLLEZIONE CERRUTI. 300 OPERE DI RARA BELLEZZA MAI VISTE FINORA

COLLEZIONE CERRUTI. 300 OPERE DI RARA BELLEZZA MAI VISTE FINORA

Ha aperto il 4 maggio a Rivoli Villa Cerruti, un luogo d’arte unico che, pur avendo iniziato la sua storia alla fine degli anni Sessanta, è rimasto fino ad ora sconosciuto ai più. Da oggi la Collezione Cerruti, una delle più importanti collezioni private italiane, diventa pubblica, patrimonio d’arte di tutti noi, gestita dal Museo Castello di Rivoli.

La collezione Cerruti, iniziata a metà degli anni Sessanta, è il frutto della vita discreta e riservata di Francesco Federico Cerruti, imprenditore e collezionista scomparso nel 2015 all’età di 93 anni.  Il grande
progetto dell’imprenditore ebbe inizio con l’acquisto di un inchiostro e acquarello su carta del 1918 di Kandinsky. Ai arricchì negli anni, arrivando a contemplare quasi trecento opere scultoree e pittoriche, che spaziano dal medioevo al contemporaneo, a cui si aggiunsero quasi duecento libri rari e antichi, legature, fondi oro, e più di trecento elementi di arredo tra i quali tappeti e scrittoi di celebri ebanisti.

Mame arte COLLEZIONE CERRUTI. 300 OPERE DI RARA BELLEZZA MAI VISTE FINORA Villa Cerruti esterno
Villa Cerruti – Esterno

Ma chi era Francesco Federico Cerruti?

Nato nel 1922, fin da giovane aiuta il padre alla Legatoria Industriale Torinese. La svolta per l’azienda avviene quando introduce il nuovissimo sistema del perfect binding (la rilegatura senza cuciture ma con colla adesiva) e quando Francesco Federico, dopo un viaggio negli Stati Uniti, porta in Italia i macchinari per la rilegatura più innovativi. Vi ricordate le guide del telefono? Erano rilegate nella sua azienda, fino a 200.000 al giorno.

L’imprenditore aveva basato il suo stile di vita sulla “discrezione”. Pensate che neanche i suoi più cari amici erano a conoscenza della sua straordinaria raccolta di opere d’arte.

La collezione Cerruti: un viaggio nella storia dell’arte.

Dai mobili alle arti antiche, dal Rinascimento all’Ottocento fino alla
modernità. Capolavori che vanno dalle opere di Segno di Bonaventura, Bernardo Daddi e Pontormo a quelle di Renoir, Modigliani, Kandinsky, Klee, Boccioni, Balla e Magritte, per arrivare a Bacon, Burri, Warhol, De Dominicis e Paolini. Tutte con una caratteristica : la rarità e l’eccellenza delle opere collezionate.

Mame arte COLLEZIONE CERRUTI. 300 OPERE DI RARA BELLEZZA MAI VISTE FINORA Liu Ding
Liu Ding

Liu Ding & Co: un motivo in più..

per visitare la mostra in questo periodo. Per rendere omaggio a questa straordinaria collezione, il Castello di Rivoli ha ideato un palinsesto di eventi di arte contemporanea. Il primo capitolo di questa serie inaugura con opere di Liu Ding, Anna Boghiguian, Camille Henrot, Giulio Paolini, Giuseppe Penone, Susan Philipsz e Seth Price. Altri artisti presenteranno i loro lavori in capitoli futuri, in un processo organico che crea un dialogo tra tempi e luoghi diversi. Il progetto è curato da Carolyn Christov-Bakargiev con il coordinamento di Sara Catenacci e l’assistenza di Elena D’Angelo alla produzione.

Per l’apertura di Villa Cerruti, Liu Ding ha realizzato un’installazione dal titolo The Orchid Room: Cerruti’s Attic and Earthly World appositamente per Castello di Rivoli. Nella sua opera, Liu Ding combina il lavoro dell’artista e del curatore, oltre alla ricerca storica e letteraria, per indagare le radici intellettuali e le strategie ideologiche dei prodotti estetici e culturali della Cina contemporanea.

Come e quando andare?

Dal 4 maggio 2019 al 30 aprile 2029. Alla Collezione Cerruti si accede accompagnati, massimo 12 persone a turno con navetta dal Castello di Rivoli. La visita è riservata ai maggiori di 14 anni.

Dal Castello di Rivoli alla Collezione Cerruti è disponibile una navetta di collegamento a/r. Potete trovare orari e tariffe sul sito del museo: www.castellodirivoli.org, info@castellodirivoli.org .

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Bruna Meloni
Articoli dell'Autore / Bruna Meloni

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>