, , ,

CINQUE MOSTRE IN CORSO A MILANO DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

CINQUE MOSTRE IN CORSO A MILANO DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Le mostre a Milano che dovete affrettarvi a visitare

Impegni lavorativi, imprevisti dell’ultimo minuto, pigrizia cronica vi hanno impedito di vedere quelle famose mostre a Milano di cui i vostri amici vi hanno parlato e intasato la home di Instagram?

Potreste essere ancora in tempo per vederla.

Ecco una lista delle cinque mostre in corso a Milano che stanno per finire, ma che fate ancora in tempo a visitare.

E poi, in fase di chiusura c’è sempre meno gente. (ndr)

Carlo Carrà, fino al 03.02.19

A Palazzo Reale si ripercorre la carriera dell’artista milanese.

Si tratta della più ampia e importante rassegna mai realizzata su Carrà, un’occasione irripetibile che vede riunite circa 130 opere, concesse in prestito dalle più importanti collezioni italiane e internazionali, pubbliche e private.

Un’occasione unica.

Inside Magritte, fino al 10.02.19

Presso la Fabbrica del vapore il nuovo e inedito percorso espositivo multimediale dedicato al grande maestro surrealista René Magritte (1898 –1967).

Una mostra monografica digitale e multisensoriale dedicata all’artista belga realizzata con il supporto e la consulenza scientifica della Succession Magritte di Bruxelles

In un’unica “experience-room” il visitatore potrà vivere per 50 minuti un’esperienza immersiva a 360° che coinvolgerà lo spazio senza soluzione di continuità; dalle pareti al pavimento le immagini delle opere diventeranno un unico flusso di sogno.


Picasso Metamorfosi, fino al 17.02.19

Con Picasso Metamorfosi, sempre a Palazzo Reale, sarà l’antichità nelle sue diverse forme a declinarsi nelle mitologie reinventate da Picasso e presentate nelle sei sezioni della mostra con le opere dell’artista accostate a quelle di arte antica che lo hanno ispirato e influenzato. 

La mostra propone di penetrare nel laboratorio intimo di un artista mondiale alla luce delle fonti antiche che ne hanno ispirato l’opera.

Igloos, fino al 24.02

“Igloos”, la mostra dedicata a Mario Merz (Milano, 1925-2003) che riunisce il corpus delle sue opere più iconiche, gli igloo, datati tra il 1968 e l’anno della sua scomparsa.

Il progetto, curato da Vicente Todolí e realizzato in collaborazione con la Fondazione Merz, si espande nelle Navate di Pirelli HangarBicocca e pone il visitatore al centro di una costellazione di oltre trenta opere di grandi dimensioni a forma di igloo, un paesaggio inedito dal forte impatto visivo.

Sanguine, Luc Tuymans on Baroque, fino al 25.02.19

La mostra, di cui abbiamo già parlato in questo articolo, vede Tuymans concepire un’intensa esperienza visiva composta da più di 80 opere realizzate da 63 artisti internazionali, di cui oltre 25 sono presentate esclusivamente alla Fondazione Prada.

“Sanguine” è una lettura personale del Barocco, costituita da accostamenti e associazioni inaspettate tra lavori di artisti contemporanei e opere di maestri del passato. 

Nella visione di Luc Tuymans, Caravaggio  (presente in mostra con Fanciullo morso da un ramarroDavide con la testa di Golia) supera per primo la tradizione classica, incarnando lo spirito dell’artista barocco e la volontà di comunicare con il pubblico attraverso la forza della rappresentazione.

Il confronto con Peter Paul Rubens, rivela l’ambiguità caratteristica della pittura barocca e la complessità delle relazioni che gli artisti hanno sviluppato nell’Europa della Controriforma e della borghesia mercantile.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Arianna Giampietro
Meet the author / Arianna Giampietro

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>