BOLOGNA: “GASOMETRO” DI CARLO VALSECCHI IN MOSTRA FINO AL 31 MARZO

BOLOGNA: “GASOMETRO” DI CARLO VALSECCHI IN MOSTRA FINO AL 31 MARZO

IL PROGETTO ESPOSITIVO PROMOSSO DAL GRUPPO HERA È ALLA PINACOTECA NAZIONALE DEL CAPO-LOUOGO EMILIANO

Il 31 marzo 2019 è l’ultimo giorno per visitare a Bologna Gasometro di Carlo Valsecchi (1965). Presso la Pinacoteca Nazionale della città, all’interno della Sala degli Incamminati, sono protagoniste quattordici fotografie che raccontano in modo del tutto inedito e originale la metamorfosi del Gasometro di Bologna, durante i lavori di recupero e restauro promossi dal Gruppo Hera

Al di fuori di ogni intento archeologico, il lavoro di Valsecchi presenta la struttura del gasometro come un organismo vivente in continua trasformazione e non come testimonianza inerte di un passato industriale. Infatti il fotografo, che ha esposto in passato all’interno di istituzioni quali la Fondazione Peggy Guggenheim (Venezia) la Triennale di Milano, si confronta sempre allo stesso modo con lo spazio e i soggetti che trova di fronte a sé. Che siano architettonici, urbani o paesaggi naturali, egli li affronta allo stesso modo. Ovvero, utilizzando un approccio analogico e geometrico-analitico nei confronti della fotografia di grande formato. Un mezzo che contraddistingue tutta la sua produzione. 

Gasometro di Carlo Valsecchi
#01114 Bologna, IT. 2018. Una fotografia di Carlo Valsecchi alla mostra “Gasometro”

LA NASCITA DEL PROGETTO E IL VOLUME DEDICATO 

«Il progetto sul Gasometro è nato durante una visita a Bologna. Questa affascinante struttura ha innescato la mia curiosità, sono entrato in dialogo con il Gruppo Hera, società proprietaria, per avere la possibilità di fotografarlo. Da questo dialogo assai interessante è nato il progetto Gasometro M.A.N. n. 3.» Spiega l’artista. 

La genesi del lavoro si delinea anche nel libro a esso dedicato. Edito da Silvana Editoriale, è a cura di Luca Massimo Barbero, il quale dichiara a proposito: «Quelle di Carlo Valsecchi non sono solo fotografie “di architettura” sono immagini di un’architettura che diventa intima, che alla pura documentazione degli spazi sostituiscono il ritratto di una possibile interiorità, anche dell’animo umano.» 

Una fotografia di Carlo Valsecchi
“Gasometro”. L’opera #01118 Bologna, IT. 2018 di Carlo Valsecchi, in mostra alla Pinacoteca Nazionale

CARLO VALSECCHI E LA STORIA DEL GASOMETRO M.A.N. N.3

Se la fotografia di Carlo Valsecchi è assolutamente contemporanea, i suoi soggetti risalgono spesso al passato. Infatti posseggono tutti una storia. Lo stesso Gasometro bolognese ne ha una. Dal 1930 fino al 1984 è utilizzato per stoccare il gas usato in città. Gli esperti lo considerano un gioiello di architettura industriale nel cuore del capoluogo emiliano. Alto 52 metri con un diametro di 30, con l’introduzione di nuovi impianti di stoccaggio, il gasometro è stato definitivamente dismesso. Fino all’arrivo del Gruppo Hera, il quale lo ha restaurato e reso assoluto protagonista dell’area. In essa si trova la sede principale, recentemente inaugurata a seguito di importanti lavori di ammodernamento e riqualificazione.

Inaugurata durante l’ultima edizione di Arte Fiera, la mostra a Bologna Gasometro di Carlo Valsecchi è a ingresso libero presso la Pinacoteca Nazionale, via delle Belle Arti, 56, fino al 31 marzo 2019. pinacotecabologna.beniculturali.it/


Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Ilaria Introzzi
Articoli dell'Autore / Ilaria Introzzi

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>