Arte,  Mostra

Back to Nature 2021: l’arte contemporanea torna a Villa Borghese

Back to Nature 2021: l’arte contemporanea torna a Villa Borghese con la seconda edizione

Dal 12 maggio al 25 luglio torna l’arte contemporanea a Villa Borghese con la nuova edizione di Back to Nature 2021 e la mostra Arte e Natura. Opere dalle collezioni capitoline di arte contemporanea al Museo Bilotti. Il nuovo percorso, a cura di Costantino D’Orazio, presenta nuove installazioni che studiano il rapporto tra arte e natura.

back nature villa borghese

 

L’arte contemporanea a Villa Borghese per la seconda edizione di Back to Nature 2021

La mostra si compone di una serie di installazioni pensate per essere esposte all’aperto e apprezzate da tutti coloro che frequenteranno il parco della Villa. L’ingresso sarà infatti gratuito per tutti. Tali opere sono state appositamente progettate per l’occasione da artisti di rilievo internazionale. Tra questi ad esempio Loris Cecchini, Leandro Erlich, Giuseppe Gallo, Marzia Migliora, Michelangelo Pistoletto, Tomás Saraceno, e dal collettivo Accademia di Aracne.

Le installazioni dialogheranno con il parco, in un suggestivo movimento verso l’alto, prodotto dalla loro leggerezza, dalla trasparenza e dall’andamento delle loro forme. Passeggiando nel parco i visitatori sperimenteranno in modo del tutto inedito e innovativo la corrispondenza tra il segno contemporaneo, le architetture del parco e le piante che lo abitano.

Back to Nature 2021 è stato concepito come un festival. Per questo motivo sarà caratterizzato anche da performance musicali e interventi artistici create per coinvolgere il pubblico. I visitatori avranno infatti la possibilità di interagire con le opere entrando attivamente nel dialogo tra arte e natura.

La manifestazione è promossa e prodotta da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. Il progetto si avvale anche della collaborazione del Conservatorio di Musica Santa Cecilia, che si occuperà di programmare performance musicali durante i fine settimana del festival. 

Le installazioni a Villa Borghese

arte contemporanea villa borghese
Installazione di Back to Nature 2020

L’esposizione coinvolge prevalentemente il Parco dei Daini e l’area di Piazza di Siena. Il percorso di opere invita i visitatori a riscoprire gli spazi del giardino in chiave contemporanea.

Dalla spettacolare installazione di Leandro Erlich, che gioca sul sottile confine tra possibile e impossibile, agli elementi di Loris Cecchini che abbracciano e moltiplicano i rami di un albero, le installazioni puntano a conferire allo spazio verde un’identità rinnovata. Marinella Senatore offre al pubblico una pedana su cui esibirsi, dopo aver accolto il suo invito alla riflessione. Mentre Marzia Migliora suggerisce l’idea del volo e della libertà grazie a un’opera concepita in collaborazione con le detenute del carcere femminile di Rebibbia.

Il tema della libertà, della speranza e dell’emersione è anche nella scultura di Pietro Ruffo e nelle sedie di Giuseppe Gallo. Dalla prima edizione di Back to Nature giungono i quattro alberi avvolti dal lavoro a maglia dell’Accademia di Aracne, mentre dal Capodanno di Roma torna rinnovato il progetto digitale di Tomás Saraceno, un affascinante concerto elaborato attraverso la campionatura dei suoni dell’universo.

A metà giugno, piazza di Siena si animerà con il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto. 100 panchine prodotte grazie al coinvolgimento di altrettanti donatori saranno disposte sul prato della piazza. Andranno a formare il simbolo concepito dall’artista come segno di una nuova dimensione sociale, del rapporto armonico tra uomini, donne e natura.

Arte e Natura: la mostra al Museo Bilotti in dialogo tra arte Moderna e Contemporanea

back nature villa borghese
Giancarlo Limoni, Giardino. Museo Bilotti

Arte e Natura. Opere dalle collezioni capitoline di arte contemporanea è la mostra curata da Antonia Arconti, Ileana Pansino e Daniela Vasta, in continuità con Back to Nature 2021

La mostra propone una selezione che abbraccia un ampio arco temporale, dai primi decenni del XX secolo fino ai nostri giorni. Le opere selezionate provengono tutte dalle collezioni capitoline e sono esposte in modo da dialogare fra di loro grazie a rimandi tematici e formali. All’interno del percorso, fatto di opere da parete, installazioni e video d’artista, l’elemento umano non è mai prevalente. 

Gli artisti contemporanei selezionati permettono di analizzare una serie di differenti visioni sul tema proposto, con tecniche e mezzi diversi. Questi sono messi in relazione tra loro ma anche con autori attivi nella prima metà del Novecento, quali Benedetta Cappa Marinetti, Fausto Pirandello ed Enrico Coleman, a testimonianza della continuità di ricerca su questo soggetto.

Orari e biglietti

L’ingresso al festival Back to Nature 2021 a Villa Borghese (12 maggio-25 luglio) è gratuito e non richiede la prenotazione. Per l’ingresso alla mostra Arte e Natura (12 maggio-19 settembre) al Museo Bilotti, aperto dal martedì alla domenica, è consigliata la prenotazione (obbligatoria nel weekend).

LEGGI ANCHE: 

BERNINI: LA SCULTURA A GALLERIA BORGHESE

GIANNI ASDRUBALI: A ROMA LO SPAZIO IMPOSSIBILE

80 opere di Giacomo Balla in mostra a Roma

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *