,

MOSTRE DA VEDERE NELL’AUTUNNO 2020 (SECONDA PARTE)

MOSTRE DA VEDERE NELL’AUTUNNO 2020 (SECONDA PARTE)

Continua il nostro giro per l’Italia per presentarvi altre mostre da vedere nell’autunno 2020. Ce ne sono davvero per tutti i gusti. Da Ligabue a Banksy, dallestasi di Martina Abramovich al mito di Correggio, dalle foto di Henry Cartier-Bresson alla magnifica collezione Magnani Rocca. Tutte da segnare in agenda, naturalmente secondo le vostre referenze.

 

MOSTRE DA VEDERE NELL'AUTUNNO 2020
Fino al 30 maggio 2021, il cinquecentesco Palazzo Tarasconi di Parma ospita la mostra “Ligabue e Vitaloni.  Dare voce alla natura”.

 

Ligabue e Vitaloni. Dare voce alla natura – Parma

Fino al 30 maggio 2021, il cinquecentesco Palazzo Tarasconi di Parma ospita la mostra Ligabue e Vitaloni.  Dare voce alla natura”. Inserita nel calendario d’iniziative di Parma Capitale della Cultura 2020/21, l’esposizione presenta 83 dipinti e 4 sculture di Antonio Ligabue e si completa con la sezione di 15 opere plastiche di Michele Vitaloni, che condivide con l’artista di Gualtieri una particolare empatia verso il mondo naturale e animale.

Info:https://www.fondazionearchivioligabue.it/chi-siamo

 

Banksy. A visual Protest – Roma e Palermo 

Oltre 90 opere di Banksy sono esposte al Chiostro del Bramante, a Roma, dall’8 settembre 2020 all’11 aprile 2021. Da “Love is in the Air” a “Girl with Balloon”, da “Toxic Mary” a “HMV”, passando per le stampe realizzate per la famosa mostra Barely Legal e i progetti discografici per le copertine di vinili e CD.

Il 7 ottobre, invece, arriva a Palermo “Ritratto di ignoto. L’artista chiamato Banksy”, in due sedi espositive diverse: Loggiato San Bartolomeo e Palazzo Trinacria. Si tratta della prima mostra in Sicilia, visitabile fino al 17 gennaio 2021, che riunisce oltre 100 pezzi originali dello street artist più conosciuto al mondo.

 

MOSTRE DA VEDERE NELL'AUTUNNO 2020
The Kitchen. Homage to Saint Therese”, un’opera molto significativa nella quale Marina Abramović si relaziona con una delle più importanti figure del cattolicesimo, Santa Teresa d’Avila.

 

Estasi di Marina Abramovic. – Napoli

“Il pubblico è il mio specchio e io sono lo specchio del pubblico» afferma Marina Abramović. «Tutti hanno subito traumi, tutti si sentono soli, tutti hanno paura della morte, tutti soffrono». In altre parole: l’artista capisce cosa provate. L’esperienza, allestita nella Sala delle Carceri adibita nel tempo a galera del castello, è composta dal ciclo di video denominato “The Kitchen. Homage to Saint Therese”, un’opera molto significativa nella quale Marina Abramović si relaziona con una delle più importanti figure del cattolicesimo, Santa Teresa d’Avila.

L’opera si compone di tre maxi video, che documentano altrettante performance tenute nel 2009 dall’artista nell’ex convento di La Laboral a Gijón, in Spagna. L’esposizione, unita al luogo e agli spettacolari allestimenti , contribuiscono  a rendere incredibile l’esperienza nella città partenopea.

 

L’Ottocento e il mito di Correggio – Parma

“L’Ottocento e il mito di Correggio” nasce come un omaggio a due figure fondamentali della storia parmense: Maria Luigia d’Asburgo, Duchessa di Parma, e l’incisore Paolo Toschi. La mostra, dal 3 ottobre 2020 al 3 ottobre 2021 a La nuova Pilotta di Parma, riunisce il meglio della produzione ottocentesca del Ducato intorno ai quattro capolavori del Correggio, restituiti dal Louvre con il Secondo Trattato di Parigi nel 1815: “La Madonna con la scodella”, la “Madonna di San Girolamo” e due tele provenienti dalla Cappella del Bono.

Info:https://complessopilotta.it

 

Michelangelo Divino Artista – Genova

Dall‘8 Ottobre 2020 al 24 Gennaio 2021, il Palazzo Ducale di Genova ospita “Michelangelo: divino artista”, fra le  mostre da vedere nell’autunno 2020 e la prima mostra in assoluto dedicata a Michelangelo Buonarroti nel capoluogo ligure. Un percorso espositivo concentrato sugli eccezionali incontri di Michelangelo con personaggi della storia del Rinascimento, come Lorenzo il Magnifico, Francesco I di Valois e Caterina de’ Medici.

Il percorso si divide in sezioni dedicate ai diversi periodi della lunga vita del Buonarroti, con opere originali, sculture e disegni dell’artista.

Info: https://palazzoducale.genova.it

 

MOSTRE DA VEDERE NELL'AUTUNNO 2020
La mostra “Le signore del Barocco” al Palazzo Reale di Milano presenta al grande pubblico le opere delle donne pittrici del Seicento.

 

Le signore del Barocco – Milano

Dal 3 dicembre 2020 all’11 aprile 2021, la mostra “Le signore del Barocco” al Palazzo Reale di Milano presenta al grande pubblico le opere delle donne pittrici del Seicento. Un percorso di valorizzazione e scoperta di grandi artiste femminili rimaste nell’ombra fino a pochi decenni fa, come Artemisia Gentileschi, Sofonisba Anguissola, Lavinia Fontana, Elisabetta Sirani e Fede Galizia.

 

Raffaello Sanzio – Urbino, Perugia, Roma

Proseguono le celebrazioni per i 500 anni dalla scomparsa di Raffaello Sanzio. 

 La Galleria Nazionale delle Marche – Palazzo Ducale di Urbino, dove la mostra “Raphael Ware. I colori del Rinascimento” è stata prorogata fino al 27 settembre, ospiterà fino al primo novembre 2020 “Baldassarre Castiglione e Raffaello. Volti e momenti della civiltà di corte”, la mostra curata da Vittorio Sgarbi ed Elisabetta Soletti.

A rendere omaggio a Raffaello, anche Palazzo Baldeschi di Perugia, con la mostra “Raffaello in Umbria e la sua eredità in Accademia”, dal 18 settembre 2020 al 6 gennaio 2021.

A Roma, dal 18 settembre al 29 novembre 2020, il Complesso di Capo di Bove sull’Appia Antica ospiterà la mostra “La lezione di Raffaello. Le antichità romane”

 

MOSTRE DA VEDERE NELL'AUTUNNO 2020
“Henri Cartier-Bresson. Le Grand Jeu” a Palazzo Grassi, Venezia fino al 20 marzo 2021

 

Henri Cartier-Bresson. Le Grand Jeu – Venezia

Il progetto della mostra mette a confronto lo sguardo di cinque curatori sull’opera di Cartier-Bresson e presenta una selezione di 385 immagini che l’artista ha individuato come le più significative della sua opera.

La fotografa Annie Leibovitz, il regista Wim Wenders, lo scrittore Javier Cercas, la conservatrice e direttrice del dipartimento di Stampe e Fotografia della Bibliothèque nationale de France Sylvie Aubenas, il collezionista François Pinault, sono stati invitati a scegliere una cinquantina di immagini ciascuno a partire dalla “Master Collection” originale, della quale esistono cinque esemplari.

Fino al 20 marzo 2021 a  Palazzo Grassi – Punta della dogana, Venezia

 

“L’Ultimo Romantico” La collezione Magnani Rocca – Parma 

Dal 12 settembre al 13 dicembre 2020, la Fondazione Magnani-Rocca, col titolo “L’ultimo romantico”, propone un ricchissimo omaggio espositivo al suo Fondatore, e lo fa nella dimora che Luigi Magnani trasformò in una casa-museo sontuosa e sorprendente, la ‘Villa dei Capolavori’ a Mamiano di Traversetolo, nel parmense.

Qui Luigi Magnani, l’Ultimo Romantico, è riuscito a riunire opere fondamentali di Durer, Rembrandt, Canova, Van Dick, Rubens, Goya, Tiziano, Cezanne… Ma anche il meglio del contemporaneo, a cominciare da Morandi che qui aveva il suo buen-retiro.

L’esposizione, a cura di Stefano Roffi e Mauro Carrera, presenta dipinti, ritratti, autoritratti e documenti autografi dei celeberrimi artisti, critici, musicisti, letterati, registi, aristocratici, capitani d’industria frequentati da Magnani, da Bernard Berenson a Margaret, sorella della regina d’Inghilterra, da Eugenio Montale allo stesso Giorgio Morandi; inoltre omaggi pittorici alla passione per la musica di Magnani, resi dai più grandi artisti italiani del Novecento, da Severini a de Chirico, a Guttuso, a Pistoletto.

 

MOSTRE DA VEDERE NELL'AUTUNNO 2020
Orazio Gentileschi, Riposo durante la fuga in Egitto – olio su tela, Ex JP Getty Museum

 

Orazio Gentileschi alla Pinacoteca Ala Ponzone – Cremona

La Pinacoteca Ala Ponzone di Cremona dal 10 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021 ospita Orazio Gentileschi. La fuga in Egitto e altre storie , mostra rinviata dalla scorsa primavera a causa della pandemia Covid-19. 

Un’occasione  imperdibile per ammirare, per la prima volta affiancate, le due tele di Orazio Gentileschi praticamente eguali, dedicate al racconto del “Riposo durante la fuga in Egitto”. Due versioni che Cremona, per la prima volta, riesce a porre a confronto.

E, intorno ad esse, una altissima selezione di altri dipinti e sculture di diversi grandi Maestri, per “raccontare” la popolare “Fuga” da Erode, tramandata dal solo Vangelo di Matteo ma protagonista dei Vangeli apocrifi.

 

Leggi anche: LE MOSTRE DA VEDERE NELL’AUTUNNO 2020 

OLTRE 100 OPERE ORIGINALI DI BANKSY IN MOSTRA A FERRARA

RAFFAELLO, PITTORE, DISEGNATORE, ARCHITETTO.

e consulta sul Dizionario dell’Arte le voci: CorreggioRembrandt,Harmenszoon van Rijn. 

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Bruna Meloni
Articoli dell'Autore / Bruna Meloni

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>