,

Agli Uffizi di Firenze l’arte incontra il cibo

Agli Uffizi di Firenze l’arte incontra il cibo

L’arte incontra il cibo: dal 17 gennaio, ogni domenica, “Uffizi da mangiare” propone un originale format. Alcuni grandi chef e personaggi del mondo enogastronomico proporranno ricette ispirate da un capolavoro del Museo fiorentino.

Uno chef a settimana, quindi,  per raccontare i capolavori delle Gallerie degli Uffizi di Firenze. Ad ogni puntata, un noto cuoco o personaggio del mondo enogastronomico sceglierà un’opera dalle collezioni.  E ispirandosi agli ingredienti raffigurati proporrà al pubblico ricette o cucinerà pietanze durante il video stesso. Obiettivo della serie è illustrare e approfondire l’intimo legame che – soprattutto attraverso l’intrigante genere della natura morta – unisce da sempre l’arte della pittura a quella della gastronomia.

 

Agli Uffizi di Firenze l'arte incontra il cibo
Valeria Piccini, del ristorante Da Caino, a Montemerano nel grossetano, proporrà una sua ricetta da una ‘Natura morta’ dell’Empoli

 

Scopo del progetto

“Negli ultimi decenni, il vincolo tra arte e cibo è diventato una vera scienza e materia di indagine storica –  spiega il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt  – il nostro intento, in questi video, è quello di creare un legame ancora più stretto con le opere del Museo, inserendole in un contesto attuale e vitale. Il cibo dipinto e quello cucinato si incontrano così su un piano di verità che stimola l’attenzione dell’osservatore .  Porta neo così alla ribalta i significati profondi e inaspettati nascosti nelle scene e nelle nature morte create dai pittori”.

A conferma delle parole di Schmidt basterebbe citare la grande mostra “Arts&Food” che Germano Celant realizzò (non senza polemiche per i faraonici costi) nel 2015 alla Triennale di Milano, in occasione dell’Expo. Una carrellata attraverso secoli di storia dell’arte e del cibo, che andava dai coltelli dei cannibali alle installazioni di una folta pattuglia di artisti contemporanei, senza dimenticare ovviamente Andy Warhol.

 

Agli Uffizi di Firenze l'arte incontra il cibo
Marco Stabile, altro chef stellato di L’ora d’Aria a Firenze, “sfiderà” in tavola niente di meno che i ‘Peperoni e uva’ di Giorgio De Chirico

 

Il programma

La chef stellata Valeria Piccini, del ristorante Da Caino, a Montemerano nel grossetano, proporrà una sua ricetta da una ‘Natura morta’ dell’Empoli.  Mentre Marco Stabile, altro chef stellato di L’ora d’Aria a Firenze, “sfiderà” in tavola niente di meno che i ‘Peperoni e uva’ di Giorgio De Chirico.

Fabio Picchi, del Cibrèo di Firenze si confronterà con il ‘Ragazzo con pesce’ del settecentesco Giacomo Ceruti. Dario Cecchini, macellaio, poeta  e ristoratore di Panzano in Chianti, invece, servirà la sua versione della ‘Dispensa con botte, selvaggina, carni e vasellame’ di Jacopo Chimenti pittore fiorentino del Cinquecento.

Ma ci saranno ancora altre puntate con altri chef a confronto con le opere di Caravaggio, Felice Casorati, Giovanna Garzoni ed altri grandi artisti.

 

Agli Uffizi di Firenze l'arte incontra il cibo
Fabio Picchi, del Cibrèo di Firenze si confronterà con il ‘Ragazzo con pesce’ del settecentesco Giacomo Ceruti

 

Dove e quando

Ogni domenica, a partire dal 17 gennaio, sulla pagina Facebook della Galleria degli Uffizi di Firenze.

 

Leggi anche: UFFIZI: TOUR PER CELEBRARE RAFFAELLO

MORTO GERMANO CELANT, GRANDE CRITICO D’ARTE

Natività nell’arte: dall’anno 0 a Giotto e Caravaggio

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Bruna Meloni
Meet the author / Bruna Meloni

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>