ROMANCE AND CIGARETTES: QUESTA SERA IN TV L’ONIRICO MUSICAL DI JOHN TURTURRO

ROMANCE AND CIGARETTES: QUESTA SERA IN TV L’ONIRICO MUSICAL DI JOHN TURTURRO

Questa sera su Cielo un film che parla di passione e fedeltà, fino ad ora la miglior prova del regista Torturro. La recensione del film, direttamente dal Dizionario del Cinema di Mam-e

‘Romance and Cigarettes’. Stati Uniti, anni Trenta. Una famiglia dell’East Side newyorkese. Nick (James Gandolfini), il padre, è un operaio metallurgico che trascorre il suo tempo a fantasticare su una mezza prostituta (Kate Winslet) dai capelli rossi e dal gergo da scaricatore di porto, mentre la moglie (Susan Sarandon) lo aspetta disperatamente a casa con le tre figlie in pieno delirio canzonettaro che strillano nel giardino di fronte a casa. Quando la donna si accorge dei tradimenti del marito dà il via a una lotta spietata nei suoi confronti, sorretta dalla solidarietà delle figlie. L’uomo si rifugia nell’agognata avventura carnale, che però entro breve lo lascia insoddisfatto per la troppa brutalità e volgarità della partner. Stufatosi di un rapporto banale e puramente a sfondo sessuale, decide di tornare dalla dolce e triste moglie che lo accoglie in casa ma gli impone di dormire sul divano…

Un film energico, profano, brutalmente teso alla verità: il regno della realtà supera quello delle (pur alate) illusioni, nel cinema come nella vita, sembra dirci l’autore. E così la scelta tra passione e decoro risulta spesso, purtroppo, scontata. C’è qualcosa di Woody Allen nella terza, leggiadra, prova da regista di John Turturro (La Rosa Purpurea del Cairo’, ‘Tutti dicono I Love You’) per tematiche e atmosfere. E ovviamente qualcosa dei fratelli Coen (‘Barton Fink), di cui Turturro è stato allievo e attento sodale nel corso degli anni. Gandolfini e Susan Sarandon sono il ritratto perfetto dell’amore naufragato e sopravvissuto, ormai divenuto fantasma di ciò che era. Kate Winslet procace e sopra le righe è splendida, così come i restanti personaggi, perfette maschere da commedia americana. Oscenamente magnetico (come nelle sue migliori prove) l’Angelo’ di Steve Buscemi e magnetico senza necessità d’essere osceno Christopher Walken, qui finissimo ballerino. ‘Romance and Cigarettes’ è un inno vitalista alle contraddizioni della vita, un omaggio nascosto ai musical holywoodiani, un elogio degli idoli e feticci d’infanzia (dell’autore, ma non solo) che ha in sé qualcosa di raro e sorgivo.

Boris Stoinich
Meet the author / Boris Stoinich

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>