,

LA SCONOSCIUTA: TORNATORE TRA CRONACA E NOIR

LA SCONOSCIUTA: TORNATORE TRA CRONACA E NOIR

La sconosciuta di Tornatore su IRIS, canale 22 alle ore 21.00

Se non siete appassionati di calcio e non sapete ancora cosa guardare questa sera Mam-e ha pensato a voi. Ha selezionato il film di Giuseppe Tornatore, La sconosciuta. 

La sconosciuta, il ritorno di Tornatore tra sperimentazione e cronaca 

La sconosciuta è un film del 2006. Il regista siciliano torna al cinema con un film ispirato ad alcuni fatti di cronaca. Il film, ambientato nella fittizia città veneta di Velarchi, è stato girato in gran parte a Trieste.

Fu presentato nella sezione Première della Festa del Cinema di Roma 2006, uscendo poi nelle sale italiane il 20 ottobre 2006, prodotto da Medusa Film in collaborazione on Sky. 

Vanta un cast di tutto rispetto, con grandi nomi del cinema e della televisione italiana. Claudia Gerini, Michele Placido, Margherita Buy  e Pierfrancesco Favino sono solo alcuni dei volti conosciuti presenti nel film. Le musiche sono state affidate ad Ennio Morricone.

mam-e spettacolo LA SCONOSCIUTA TORNATORE TRA CRONACA E NOIR scena del film
La sconosciuta film del 2006 di Giuseppe Tornatore. Scena con Michele Placido e Ksenia Rappoport

La protagonista di questa storia non è un volto conosciuto in italia. Si chiama Ksenia Rappoport, attrice di teatro russa. Finché non sono iniziate le riprese del film non conosceva una parola di italiano.

La sconosciuta conosciamola meglio

Irena, una ex-prostituta ucraina, è alla ricerca disperata ricerca di un lavoro in un palazzo di eleganti appartamenti. Dopo aver stretto un patto con l’ambiguo portiere, incomincia ad occuparsi della pulizia della scala. In realtà, fa questo per riuscire a trovare un lavoro presso gli Adacher, facoltosa famiglia di orafi, che risiede nel palazzo.

E’ disposta a tutto per poter lavorare presso gli Adacher, anche a commettere un crimine.

Irena era stata oggetto di turpe, indicibile violenza fisica e psicologica, e costretta da ‘Muffa’, il suo protettore e aguzzino, a dare alla luce nove bambini, tutti quanti venduti a famiglie adottive. Nonostante tanto dolore si era innamorata di un giovane italiano che voleva liberarla dalla schiavitù in cui la teneva il suo protettore. Irena, divorata dall’odio per l’uccisione del suo fidanzato da parte degli uomini di Muffa, lo massacra a colpi di forbice, derubandolo di un ingente somma di denaro, partendo poi alla ricerca della bimba generata con il suo uomo. Da qui il suo piano ai danni della famiglia Adacher.

Valeria Adacher è sempre più perplessa nei confronti di Irena e alla fine la bambinaia viene licenziata. L’ex-protettore di Irena, però, non è morto e manda degli scagnozzi a casa sua perché la pestino a sangue e la convincano a restituire il denaro rubato. Muffa fa uccidere Valeria, divenuta troppo sospettosa. A questo punto Irena, facendo credere a Muffa d’aver ceduto alle sue pressioni e fingendo di condurlo nel luogo dove sono nascosti i soldi, lo colpisce mortalmente alla testa.

mam-e spettacolo LA SCONOSCIUTA TORNATORE TRA CRONACA E NOIR claudia gerini
Claudia Gerini in una scema de La sconosciuta, film di Giuseppe Tornatore

In seguito al ritrovamento di alcuni effetti personali di Irena nella macchina dove Valeria è stata uccisa viene arrestata, giudicata per omicidio e condannata. Solo a questo punto si chiarisce tutta la sua storia.

I test del DNA rivelano che Tea non è la figlia di Irena ed un nuovo flashback svela l’origine di questo terribile malinteso che ha generato una lunga spirale di sangue e di dolore.

 

 

 

Chiara Carnaccini
Meet the author / Chiara Carnaccini

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>