TITOLI DEL LUSSO IN DISCESA, MALE LVMH E MONCLER

TITOLI DEL LUSSO IN DISCESA, MALE LVMH E MONCLER

Da Parigi a Milano, i titoli del lusso sono altamente vulnerabili ed è pioggia di vendite

Il settore del lusso europeo trema sotto un sell-off che non perdona. Scende LVMH a Parigi con il -4,71% trascinandosi anche i titoli del lusso italiano.

Piazza Affari in segno rosso. Male le aziende quotate in borsa. Moncler è costretto a cedere il 5,93% seguito da Ferragamo con il 4,34%, Luxottica con il 2,95% e Tod’s, il 1,98%.

Mame Moda Titoli del lusso in discesa, male Lvmh e Moncler. ADV Ferragamo
Campagna pubblicitaria Salvatore Ferragamo AI 18

Cosa succede ad Euronext Paris?

La Bourse de Paris teme le flessioni di LVMH che ha chiuso il fatturato del terzo trimestre del 2018 con -4,71% pari a 11,38 miliardi di euro e sotto le previsioni degli analisti di FactSet a 11,56 miliardi di euro.

La crescita organica del gruppo di lusso francese scivola al +10%, un punto in meno rispetto il secondo trimestre e tre rispetto al primo.

Il ribasso del gruppo che fa capo a Bernard Arnault è giustificato dal rallentamento economico in Cina che ha indebolito la spesa cinese.

La banca d’Affari di New York, Morgan Stanley, ha fatto sapere che la fiducia dei consumatori cinesi, indicatore di riferimeto per le griffe di lusso europee, sia al suo picco massimo temendo futuri crolli all’orizzonte.

Flessioni anche per gruppo Kering del 5,90%, Burberry del 5,8% e Hermès del 4,71%.

 

Scopri anche

Burberry in caduta libera, Gucci vola alto

 

La voce Moncler è consultabile sul Dizionario della Moda di MAM-e.it

Il primo a notarli e a intuirne le potenzialità è il francese Lionel Terray, alpinista di fama mondiale. Diventerà figura chiave nella storia dell’azienda francese. È infatti proprio sotto la spinta e la consulenza di Terray, che l’azienda mette a punto la prima linea specializzata per l’alpinismo in alta quota ‘Moncler pour Lionel Terray’. Il Brand è legato anche alle grandi spedizioni come la prima ascesa italiana al K2 del 1954, quella francese alla conquista del Makalu del 1955 e quella alla conquista dell’Alaska nel 1964.

READ MORE

 

 

 

Stefania Carpentieri
Meet the author / Stefania Carpentieri

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>