BOTTEGA VENETA SVELA “REFLECTIONS”: L’ADV SS 18

BOTTEGA VENETA SVELA “REFLECTIONS”: L’ADV SS 18

Bottega Veneta presenta “Reflections”: la campagna pubblicitaria spring/summer 2018 diretta da Fabien Baron.

Bottega Veneta riscrive un nuovo capitolo di “The Art of Collaboration”, un concept di sorprendente successo ideato dal direttore creativo Tomas Maier, nel 2001.

A distanza di quasi diciassette anni dal lancio del progetto, la maison vicentina, fondata nel 1966 da Michele Taddei e Renzo Zengiaro, ha voluto sottolineare il sodalizio artistico tra l’azienda, la cinematografia e l’arte digitale.

La campagna primavera/estate 2018, intitolata “Reflections”, è stata concepita come una serie antologica, elaborata con le migliori tecniche cinematografiche oggi in circolazione e suddivisa in sei cortometraggi distinti.

Le immagini in movimento diventano il focus di un’ADV che esibisce la collezione spring/summer 2018, attraverso uno storytelling coinvolgente e innovativo.

Il savoir-faire della maison, la sua immagine raffinata e inconfondibile, sono stati interpretati in chiave moderna ed ottimizzati per la visione tramite dispositivi digitali e mobili.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Abbiamo sempre raccontato storie sui nostri prodotti e sul nostro brand […] L’evoluzione di The Art of Collaboration” ci permette di raggiungere il cliente e intrattenere un dialogo alle sue condizioni”, ha dichiarato Tomas Maier.

In questa nuova versione, The Art of Collaboration si affida a un team di professioni del settore: la direzione fotografica è stata affidata al candidato Premio Oscar Philippe Le Sourd, la scenografia a Stephan Beckham e la colonna sonora al produttore discografico e produttore Johnny Jewel.

L’importante per noi era raccontare la storia di Bottega Veneta attraverso il mezzo più narrativo attualmente disponibile: il film. Non diluire il messaggio e far derivare naturalmente, dal film, tutti gli altri punti di comunicazione”, ha commentato Baron. “In ultima analisi, volevamo sviluppare un lessico visivo unico che rispecchiasse l’ampiezza di un marchio di lusso come questo”.

Vi sveliamo i primi due shot movie di “Reflections” firmati da Fabien Baron.

“Miraggio”

Le sirene urlano mentre un’auto, avvolta dalle fiamme, percorre misteriosamente la via di una cittadina deserta. Il fuoco, in “Miraggio”, rappresenta la vita, l’anima, il desiderio e la passione che ci spingono a compiere imprese straordinarie.

Il surrealismo del cortometraggio ci spinge a riflettere sulla linea sottile che lega sogno e realtà.

Il mini film è stato interpretato dai modelli Vittoria Ceretti, Aube Jolicoeur e Janis Ancens.

196.6 MHz”

Il cortometraggio racconta la difficoltà di un uomo e una donna di mettersi in contatto attraverso l’uso di una radio.

Il 1966 è l’anno di fondazione di Bottega Veneta (da cui 196.6).

Lo shot movie, dunque, vuole raccontare il momento preciso in cui il marchio si è collegato con il mondo.

196.6 MHz descrive il desiderio inarrestabile di trovare la frequenza che collega tutti noi. Parla dell’alchimia tra due persone, del trovare il momento giusto e il mezzo giusto.

 

Scopri dove acquistare la collezione 

 

Stefania Carpentieri
Meet the author / Stefania Carpentieri

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>