AMY WINEHOUSE UNA DIVA CON MOLTI DEMONI

AMY WINEHOUSE UNA DIVA CON MOLTI DEMONI

Il giorno del compleanno della prematuramente scomparsa Amy Winehouse vogliamo ripercorrere la sua vita e la sua carriera e ricordarci della sua musica.

Amy Winehouse è nata il 4 settembre 1983 a Enfield (Middlesex), in Inghilterra. Ma cresce a Southgate, un quartiere a nord di Londra. Qui vive con la sua famiglia di origine ebreo-russe. Il padre è un farmacista e la madre invece è un’infermiera.

Fin da piccola Amy dimostra di avere una predisposizione per la musica che preferiva di gran lunga allo studio. La sua passione cresce fino a fondare, a soli dieci anni, un piccolo gruppo rap, le Sweet’n’Sour, che si ispirava al modello delle Salt’n’Pepa.

A dodici anni comincia a frequentare la Sylvia Young Theatre School, ma viene espulsa, per il suo scarso profitto, dopo solo un anno.

A sedici anni viene scoperta da Simon Fuller, un noto ideatore di “Pop Idol”, viene messa sotto contratto dall’agenzia 19 Entertainment, che le procura un contratto discografico con la Island Records.

L’esordio e i problemi di salute

È il 2003 quando fa il suo debutto con l’album “Frank”. Il album riscuote ottimi recensioni sia dalla critica che dal pubblico. Infatti vende oltre 300.000 copie e ottiene un disco di platino. Piace soprattutto per il mix delle sofisticate sonorità jazz/vintage e la sua voce calda, molto matura.

mam-e lifestyle AMY WINEHOUSE UNA DIVA CON MOLTI DEMONI adolescente
Amy Winehouse da adolescente

Amy è tuttavia inquieta e si convince che i suoi successi siano troppo “manipolati in studio“. Così decide di prendersi un lungo periodo di pausa artistica. Durante questo stop però resta comunque sulle pagine dei giornali a causa di una serie di gaffe, incidenti e intemperanze. Questi scivoloni sono dovuti purtroppo con la sua dedizione per droghe e alcol.

Inoltre le crisi depressive dell’artista si fanno sempre più frequenti.

Il ritorno sulla scena e il rifiuto delle cure

Torna sulla scena musicale con un nuovo album alla fine del 2006. Back to black e si ispira a Phil Spector e alla Motown, ma anche alla musica dei gruppi vocali femminili degli anni ’50 e ’60.

Ancora una volta il produttore è Salaam Remi, assieme a Mark Ronson. Al disco vince numerosi premi e riconoscimenti tra cui un Brit Award come migliore artista femminile britannica.

mam-e lifestyle AMY WINEHOUSE UNA DIVA CON MOLTI DEMONI amy
Amy era famosa oltre che per la sua musica anche per il suo inconfondibile style

Dopo una serie di articoli che descrivono la sua situazione clinica lei ammetterà di aver sofferto di disordini alimentari. Ma comunque non smette di fare uso di sostanze.

In questo periodo si fidanzata con Blake Fielder-Civil. I due si sposeranno nel mese di maggio del 2007 a Miami.

La sua situazione però non si stabilizza e nell’ottobre del 2007 viene arrestata in Norvegia per possesso di marijuana, e un mese dopo, alla agli MTV Europe Music Awards sale per due volte sul palco in apparente stato confusionale, infine all’inizio del 2008 circola online un video dove la cantante fuma del crack.

La morte

Amy provò svariate volte a  riabilitarsi, purtroppo però gli eccessi della sua vita hanno avuto il sopravvento sul suo fisico. Amy Winehouse viene trovata morta a Londra il 23 luglio 2011. Aveva solo 27 anni.

Chiara Carnaccini
Meet the author / Chiara Carnaccini

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>