CI SIAMO FINALMENTE LA MDW 2018 E’ INIZIATA

CI SIAMO FINALMENTE LA MDW 2018 E’ INIZIATA

In arrivo la MDW, ecco le novità di questo 57° Salone del Mobile

La MDW, il palcoscenico più ambito del mondo del design e dell’arredo, aprirà dal 17 al 22 aprile. Oltre 205.000 mq per più di 2.000 espositori, che presenteranno progetti straordinari e innovativi. Indiscrezioni parlano di un buon 22% di aziende estere. Parole chiave tecnologia, flessibilità e sostenibilità per un abitare contemporaneo che guarda al futuro.

Il 2018 è l’anno di EuroCucina/FTK (Technology For the Kitchen) e del Salone Internazionale del Bagno. Anche per queste esposizioni biennali architettura e design si fonderanno alla ricerca di spazi interconnessi, multifunzionali, emozionali. Non esporrà, invece, Euroluce.

Mame Design: Tutto pronto per la MDW 2018. Cosa aspettarsi da EuroCucina
Cosa aspettarsi da EuroCucina

Il Salone supererà i confini della Fiera

Se la MDW è vetrina d’eccellenza e qualità, perché limitarsi agli spazi del Salone? Certo, siamo anche abituati al cambiamento della città, al Fuori Salone. Con tutti i suoi show room ed eventi. Ma quest’anno la manifestazione ha promesso di più: una grande mostra-installazione sul tema del rapporto tra natura e abitare.

Dal 17 al 29 aprile, davanti a Palazzo Reale, un padiglione progettato e sviluppato insieme allo studio Carlo Ratti Associati offrirà spunti alla progettazione green degli interni abitativi. Non stiamo più parlando di una semplice fiera, ma di un’esperienza globale.

Saranno, quindi, cinque le manifestazioni che si svolgeranno in contemporanea: il Salone Internazionale del Mobile e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo. Poi, EuroCucina, il Salone Internazionale del Bagno e FTK. Last but not least il SaloneSatellite.

EuroCucina

111 espositori su un’area di 21.800 mq nei padiglioni 9-11 e 13-15. Questa 22°edizione della biennale EuroCucina della MDW parla di spazi fluidi ma ordinati ed estremamente professionali. Ancora, con Eurocucina, FTK, rassegna dedicata alla tecnologia. 47 le aziende espositrici, tra cui Candy, Whirpool, Smeg Samsung.

La cucina della MDW 2018 sarà uno spazio organizzato e conviviale, estremamente connesso alla zona living. La multifunzionalità delle postazioni di lavoro sarà accompagnata da un design attento dei materiali. Ecco il ritorno alle pietre (naturali o artificiali), al legno e al metallo. La palette colori si fa vivace, ricca delle sfumature più inaspettate.

Salone Internazionale del Bagno

Mame Design: Tutto pronto per la MDW 2018. Salone Internazionale del Bagno
Salone Internazionale del Bagno

228 espositori distribuiti su un’area di 20.600 mq nei padiglioni 22-24. Digitale, responsabile e sostenibile saranno le caratteristiche di questo spazio benessere. Un occhio di riguardo per risparmio idrico, all’efficienza energetica e ai materiali riciclabili. In questi padiglioni troveremo, quindi, mobili e accessori. Dalle cabine doccia ai rivestimenti, alla rubinetteria. Ovviamente accompagnati da vasche e idromassaggi.

SaloneSatellite tra Africa e America Latina

Questo è lo spazio della MDW dedicato ai giovani talenti under 35. Questa 21° edizione ha come tema “Africa/America Latina: Rising Design–Design Emergente”. Due le mostre a tema: per l’America Latina sarà curata dai fratelli Humberto e Fernando Campana; per l’Africa dal designer Hicham Lahlou. I giovani designer provenienti da tutto il mondo sono chiamati a presentare lavori tra heritage culturale e contemporaneità, tra nuove tecnologie e artigianato.

Mame Design: Tutto pronto per la MDW 2018. Salone Satellite
Salone Satellite

Il SaloneSatellite aderisce all’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018, evento della Commissione Europea, gestito dal Ministero dei Beni Culturali.

Un mix tra certezze e novità, grandi aziende e nuove menti. Sicuramente un evento da non perdere.

Giulia Menestrina
Meet the author / Giulia Menestrina

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>