Categoria: Dizionario Arte

Aachen, Hans von

Pittore tedesco; il cognome deriva dal luogo di nascita del padre. Lavorò molto all’estero, soprattutto in Italia (1574-87) e a Praga, dove fu nominato pittore di corte dall’imperatore Rodolfo II (vedi Asburgo) nel 1592. Nel 1596 si stabilì definitivamente nella città (sebbene facesse diversi viaggi in Germania), e dopo la morte di Rodolfo, nel 1612,[…]

Aalto, Alvar

Architetto, designer, scultore e pittore finlandese. Oltre a essere uno dei più grandi architetti del Novecento, diede prova di talento anche nel design di mobili, nella pittura e nella scultura astratta. In linea con la sua provenienza da una terra ricca di foreste, nei suoi lavori fece grande uso di legname, e nel 1933 brevettò[…]

Aaltonen, Wäinö

Scultore finlandese. La sua opera fu considerata espressione dello spirito nazionale del suo paese, in particolare dell’ardore patriottico che si diffuse dopo la dichiarazione di indipendenza dalla Russia (1917). Divenne noto come scultore di monumenti commemorativi, e i suoi lavori più caratteristici celebrano gli eroi nazionali, come il monumento al podista Paavo Nurmi (1925, la[…]

Abakanowicz, Magdalena

Scultrice astratta polacca, pioniera e principale esponente della scultura in fibre tessili. Inizialmente si dedicò a pittura e scultura con mezzi tradizionali, ma dal 1960 si rivolse ai tessuti, utilizzando iuta e corda (in alcune opere incorporò anche il legno). Talvolta per procurarsi la materia prima visitava i porti del Baltico polacco, dove raccoglieva vecchie[…]

Abbey, Edwin Austin

Pittore, incisore e illustratore di libri americano, molto famoso in Inghilterra (dove si stabilì nel 1878) oltre che in patria. Specializzato in scene di storia, ricevette numerose commissioni per lavori prestigiosi di grandi dimensioni, in particolare per una serie di murali sulla ricerca del Sacro Graal (completata nel 1902) nella biblioteca pubblica di Boston (dove[…]

Abbott, Lemuel Francis

Ritrattista inglese. Nei suoi dipinti compaiono solo soggetti maschili; la sua clientela comprendeva molti ufficiali della marina, ed egli è particolarmente noto per i numerosi ritratti dell’ammiraglio Nelson, distinguibili per sottili variazioni l’uno dall’altro (1797-98). Nel 1798 fu dichiarato malato di mente, e alcuni dei suoi lavori furono conclusi da altre mani. Nascita: Leicestershire 1760;[…]

Abildgaard, Nicolai Abraham

Pittore danese neoclassico, soprattutto di soggetti storici, letterari e mitologici. Studiò presso l’Accademia di Copenaghen e poi, dal 1772 al 1777, a Roma, dove la sua amicizia con Füssli contribuì all’assimilazione di elementi romantici nei suoi lavori. Dopo il ritorno in Danimarca il suo stile si fece più classico, come nel ciclo di dipinti che[…]

ABRAMOVIC, MARINA

Artista serba. Dai primi anni Settanta ha utilizzato il suo corpo come strumento di ricerca artistica, diventando una delle più significative protagoniste della body art. Ha spesso lavorato in condizioni estreme di sofferenza fisica o tensione psicologica, mettendo a dura prova la sua capacità di sopportazione e suscitando nel pubblico forti reazioni emotive. Fondamentale all’interno[…]

Abramstevo, colonia di

Nome con cui si designa un gruppo di artisti russi legati alla proprietà terriera del mecenate Savva Mamontov (1841-1918) ad Abramstevo, circa 60 km a nord di Mosca. Mamontov, che fece fortuna costruendo ferrovie, acquistò il terreno nel 1870, e da allora fin verso la fine del secolo diede spesso ospitalità a artisti di fama,[…]

Abstraction-Création

Associazione di pittori e scultori astratti formata a Parigi nel febbraio del 1931, in sostituzione del Cercle et Carré. Il gruppo, privo di una regolamentazione precisa, era aperto ad artisti di tutte le nazionalità, così che arrivò a contare quattrocento membri (tra cui *Arp, Kandinskij e Mondrian, e con essi molti artisti non in pianta[…]

académie

Termine francese per definire scuole d’arte private, che si diffusero rapidamente a Parigi tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. Anche il termine ‘atelier libre’ fu utilizzato per riferirsi a questi istituti. L’accesso all’ École des Beux-Arts era difficile (quasi impossibile per gli stranieri, che dal 1884 dovettero affrontare un duro esame di lingua[…]