,

PICASSO BRAQUE E COCTEAU: ARTE A CONFRONTO

PICASSO BRAQUE E COCTEAU: ARTE A CONFRONTO

FINO AL 26 MAGGIO 2018 TORINO METTE L’ARTE DI PICASSO BRAQUE E COCTEAU A CONFRONTO

La Galleria Elena Salamon Arte Moderna nel centro storico di Torino è un luogo elegante con un’atmosfera d’altri tempi che mette a confronto l’arte di Picasso Braque e Cocteau.

Tre personalità, tre artisti di fama mondiale, tre Maestri che hanno vissuto la realtà di inizio secolo e ne hanno dato memoria nella loro arte. Tra i fenomeni avanguardisti e i Conflitti Bellici, i tre artisti sono riusciti a cogliere l’essenza di una epoca che stava cambiando, nella società così come nelle Arti.

La loro è una testimonianza differente, Picasso (1881-1973), Braque (1882-1963), Cocteau (1889-1963), sono accomunati dallo “stesso linguaggio”. Questo linguaggio si esprime con la litografia, in mostra saranno esposte oltre un centinaio, in un periodo incluso in circa trent’anni, dal 1934 al 1963.

Questo mezzo artistico permetteva ai tre di abbattere l’idea di progettazione ante opera e di abbracciare invece l’immediatezza del gesto grafico.

Il fervore parigino

Parigi li accomunava, infatti nella Capitale francese i tre si incontrarono, si conobbero ed ebbero modo di confrontarsi; le loro erano davvero personalità differenti.

Pensando a Picasso e Braque: hanno rivoluzionato il modo di fare arte, di guardare all’oggetto moderno in una prospettiva del tutto inedita. Niente tridimensionalità e nessun accenno di realismo, nasce così il Cubismo.

Altra storia era quella di Jean Cocteau, poeta, saggista, pittore, drammaturgo, sceneggiatore, regista e attore, che nei salotti parigini incontra per primo Picasso. La loro amicizia li porta in giro per il mondo in cerca di spunti e ispirazioni, anche insieme ad altri artisti.

Le opere di Cocteau sono il risultato del suo essere poliedrico, che nel tratto istintivo e rapido sintetizzava i personaggi delle sue scene teatrali. La città di Torino gli rende omaggio durante la durata della mostra con lo spettacolo al Teatro Regio, La Voix humaine, dall’omonima tragedia in lingua originale francese.

Galleria Elena Salamon Arte Moderna, Torino: come arrivare

 

Alessandra Mazziotta
Meet the author / Alessandra Mazziotta

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>